Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
La WebRadioNotizie, talk, live, e musica dalla redazione del Ribelle
Fondatore Massimo Fini - Direttore Responsabile Valerio Lo Monaco
  • Home
  • PAGINE ▼
  • Sezioni Sito ▼
  • WebRadio ▼
  • WebTV ▼
  • Mensile ▼
  • Info ▼
  • NEGOZIO
  • Il Ribelle Minuto per Minuto
  • Abbonamenti
  • Accesso Abbonati
  • LETTERE E RISPOSTE
    OPINIONI DEI LETTORI

    venerdì
    mag292015

    Business-virus. La FIFA nel mirino dell’FBI 

    Il calcio è marcio: la rima non è perfetta ma ci si avvicina parecchio. E delle rime, comunque, chi se ne frega. Saltiamo al completamento della frase, e del concetto: il calcio è marcio da un pezzo, e chiunque continui a fare finta che non sia così è giocoforza un illuso ai limiti dell’idiozia oppure uno che ha qualcosa da guadagnarci, vuoi in modo legale, vuoi in modo illegale.

    Dando ciò per acquisito (chi abbia dei dubbi può “divertirsi” a digitare on-line le due paroline chiave, corruzione e calcio, e a vedere quanti casi si sono già accumulati, dalle scommesse truccate agli abusi di ogni sorta) non c’è più alcun motivo di stupirsi per le accuse contenute in quest’ultima maxi inchiesta proveniente dagli USA e, semmai, da accogliere con qualche cautela per le possibili implicazioni ostili alla Russia, assegnataria dei Mondiali 2018.

    Click to read more ...

    venerdì
    mag292015

    La “verità” di Squinzi: più libertà per le imprese

    Gli industriali promuovono e criticano allo stesso tempo le manovre economiche del governo. All'assemblea annuale di Confindustria, tenuta a Milano per onorare l'Expo in corso, Giorgio Squinzi ha spiegato che le imprese non hanno richieste specifiche da fare al governo e non intendono lamentarsi ma ha invitato Renzi a non perdere la determinazione finora dimostrata. Quel decisionismo che mancò a Berlusconi, ma questo Squinzi non lo ha detto, e che rappresenta l'approccio necessario per cambiare l'Italia ed avviare la ripresa economica.

    Subito dopo, il presidente degli industriali ha messo però sotto accusa le recenti norme in materia ambientale come punitive per le imprese.

    Click to read more ...

    giovedì
    mag282015

    Una mostruosità odierna, la bellezza a tutti i costi

    Bastano un regime alimentare sostenuto, molto sport, trucco, parrucco e infine gli immancabili abiti succinti, per potersi dire di bell’aspetto (leggi “seducenti”)? La risposta che si danno milioni e milioni di persone è senz’altro sì: alla faccia di Madre Natura, tutto, ma proprio tutto può essere manipolabile dall’uomo.

    Oggigiorno, si sa, la bellezza, più che coincidere con il bene, aderisce perfettamente ai diktat del marketing, nostro immobile deus ex machina.

    Click to read more ...

    mercoledì
    mag272015

    Default Grecia: a giugno il clima è già torrido

    L’Europa e il mondo - e tutti i giornalisti e commentatori embedded di varia natura e capacità - scoprono dunque che la Grecia ha le casse vuote. Scoprono che il piano messo a punto dal Fondo Monetario Internazionale, dalla Banca Centrale Europea e dall’Unione Europea, molto semplicemente, non ha funzionato. Scoprono insomma l’acqua calda. Ribadiscono quello che l’aritmetica e la logica avevano preannunciato da tempo. E pretendono di avere ancora la autorevolezza di spiegarne i perché.

    Molto più modestamente, alcune altre centinaia (di migliaia) di persone, di giornalisti con poca visibilità, e di siti e sitarelli di vario tipo, avevano invece fatto notare da anni una cosa che non era frutto di chissà quale elucubrazione intellettuale, ma di semplice e pura logica: non poteva funzionare

    Click to read more ...

    martedì
    mag262015

    Spagna docet: studiare le élite liberiste, per poterle eliminare

    Podemos esce trionfante dalle Amministrative, in Spagna, e qui in Italia se ne rallegrano sia Renzi che Salvini. Un opportunismo che non può non suonare stonato, nonostante gli innumerevoli precedenti nel marketing dei partiti, e che sul piano morale – benché parlare di “morale” sia già una forma di sopravvalutazione – si commenta da sé.

    Ma l’aspetto davvero interessante è un altro: è ciò che sta dietro la furberia di giornata.

    Click to read more ...

    lunedì
    mag252015

    Lo "Stato Islamico": breve riassunto. Spiegato bene

    La complessità delle convulsioni in corso nel vicino oriente e i frequenti riposizionamenti dei protagonisti obbligano a continue puntualizzazioni.

    Lo Stato Islamico, sedicente Califfato, è l’attore più enigmatico sulla scena. Contrariamente a quanto si dice, non è apparso all’improvviso con la clamorosa avanzata del 2014, ma fu proclamato nell’ormai lontano 2006. Fu una conseguenza della sciagurata e criminale invasione dell’Iraq.

    Click to read more ...

    venerdì
    mag222015

    Pregiudizi salvifici

    È tempo dell’annuale festival di Cannes, le cui proiezioni, per i comuni fruitori, potranno essere visionate solo prossimamente; nel frattempo, però, ci si potrebbe indirizzare verso un più abbordabile e sicuro cinema d’essai per scovare un certo film presentato proprio l’anno scorso nella suddetta kermesse cinematografica. “Forza maggiore” è il titolo dell’opera, Ruben Östlund il regista.

    Click to read more ...

    giovedì
    mag212015

    McDonald’s Pride: apologia del paninazzo

    Le multinazionali che mirano solo a fare soldi sono odiose. Ma quelle che pretendono pure di farci la morale sono persino peggio. Un po’, per dirla in termini musicali (e non meramente discografici), come se il Festival di Sanremo si ergesse a paladino del Valore Artistico della Canzone, rivendicando a massima prova di ciò la sua stessa popolarità: siccome ci seguono in tanti, allora significa che abbiamo un valore. O si vuole dire che sono tutti scemi, i nostri seguaci/fan?

    Il teorema – fondamentale nella geometria del marketing, e nell’aritmetica quattrinesca del management – viene puntualmente ripreso da McDonald’s.

    Click to read more ...

    mercoledì
    mag202015

    Noi Nel Mezzo del 20/05/2015 - Ecco il podcast

    "Pensioni? Quali pensioni?" (e non solo)

    mercoledì
    mag202015

    I nemici delle imprese

    Il Prodotto interno Lordo è cresciuto di tanto, potrebbe crescere di più, crescerà sicuramente, anzi no, speriamo bene. Gli istituti di statistica italiani ed europei, la Banca d'Italia, la Bce, la Commissione europea, il Fondo monetario, l'Ocse e vari organismi affini continuano ad emettere previsioni e stime sul futuro dell'economia italiana e di quelle estere basate più sulle speranze che sulla realtà. I dati economici del nostro Paese, quelli reali e quelli stimati, sono in ogni caso inferiori a quelli della media europea. Un fatto che dura da anni e che rappresenta l'aspetto più preoccupante della fase storica che stiamo vivendo

    Click to read more ...

    martedì
    mag192015

    Pensioni: condannata la mini-troika de noantri. (E altro che “bonus”)

    Attorno alla questione dei rimborsi per i pensionati indebitamente decurtati dalla legge Fornero si stanno facendo, come al solito, un mucchio di chiacchiere inutili. O quantomeno utili unicamente a una cosa: alzare tanto di quel fumo da far perdere di vista i termini della questione, ovvero la realtà di fatti.

    Click to read more ...

    lunedì
    mag182015

    Attento, Mattarella: potremmo leggere davvero 

    Discorsetto di circostanza, come si dice. Giovedì scorso Mattarella si è recato in visita a Torino e durante l’inaugurazione del Salone del libro ha srotolato il classico fervorino ad altissimo tasso di banalità. Vedi questo piccolo estratto: «Cambiano le tecnologie, le piattaforme e i contenuti, ma ciò a cui non possiamo rinunciare è la ricchezza dei testi e della lettura: leggere non è solo una ricchezza privata, ma un bene comune, ossigeno per le coscienze. La lettura è una porta sul mondo, leggere ha a che fare con la libertà e con la speranza».

    Generalizzazioni da quattro soldi, evidentemente.

    Click to read more ...

    venerdì
    mag152015

    Sinti e rom in piazza, per auto santificarsi 

    Il raduno è per domani, a Bologna. Una manifestazione pubblica con tanto di corteo, allo scopo di protestare contro chi vede gli “zingari” come il fumo negli occhi e chiede a gran voce politiche meno accomodanti nei loro confronti. Un’avversione che secondo la classica vulgata del politicamente corretto sconfinerebbe automaticamente nel razzismo e che ha addirittura spinto Davide Casadio, presidente di un’associazione che intende rappresentare e difendere le due etnie gitane, a paventare i più foschi sviluppi: «Non escludo assolutamente un nuovo olocausto per rom e sinti, se in Europa dovessero andare al potere persone di estrema destra come Salvini».

    Grottesco. E viene voglia di finirla già qui, perché l’iperbole è talmente smaccata, e grossolana, da togliere qualsiasi credibilità a tutto il resto

    Click to read more ...

    giovedì
    mag142015

    La Consob non vede e non sente

    La Consob teme che, a causa della eccessiva liquidità (“enorme” è stato l'aggettivo usato) in circolazione nel sistema finanziario europeo ed internazionale, si creino bolle speculative, capaci di gonfiare i listini di Borsa ma senza che vi siano effetti positivi per l'economia reale che, di fatto, è ferma.

    Un pericolo concreto, ha avvertito il presidente dell'organismo di controllo sulla Borsa. Un allarme, quello lanciato da Giuseppe Vegas, che appare alla stregua della classica scoperta dell'acqua calda.

    Click to read more ...

    mercoledì
    mag132015

    Svolta autoritaria? Solo quando lo decideranno i poteri forti

    I richiami al fascismo ogni volta che una leadership politica fa passare una sua iniziativa con piglio decisionista, stanno diventando stucchevoli, oltre a essere infondati logicamente e storicamente. Questo è anche il caso dell’Italicum.

    Click to read more ...

    martedì
    mag122015

    Appartenenza o libertà?

    Se non fosse per i sempre più frequenti delitti passionali, la gelosia risulterebbe ormai un oscuro retaggio dei tempi andati. Eppure, chissà che non sia proprio anche la “crisi della gelosia” a far sì che tanti, troppi individui siano portati a compiere omicidi efferati. 

    Click to read more ...

    lunedì
    mag112015

    Prodi sulla Grecia: dal pulpito corrotto la predica ridicola

    Romano Prodi non ha rinunciato all'idea di sentirsi e presentarsi come uno dei padri nobili dell'Europa e come tale non esita a fare la morale al prossimo. Peccato che sulla questione del legame della Grecia con l'euro abbia dimostrato di avere la memoria corta. 

    Click to read more ...

    lunedì
    mag112015

    Ribelle 68 - Aprile 2015

    venerdì
    mag082015

    Sorridete, servi: imparate dal Boschi-style 

    Prima istantanea, proveniente da quello che è, o sembra essere, il ponte di comando del Nuovo Transatlantico Italia: il ministro Maria Elena Boschi che sottolinea l’approvazione dell’Italicum con una specie di comunicato stampa pronunciato a voce e limitato a pochissime frasi. «Missione compiuta. Il governo ha mantenuto l’impegno preso con i cittadini: fare dell’Italia un Paese in cui, il giorno dopo le elezioni, si sappia chi ha vinto. E la legge elettorale è il simbolo di un governo che non si limita a predicare le riforme ma le fa sul serio. Abbiamo promesso e abbiamo mantenuto.» Il tutto – anzi il poco – con un’espressione terribilmente compiaciuta, da scolaretta/capoclasse che recita la lezione a menadito e che è sicurissima, così facendo, di entrare ancora di più nelle grazie dei professori.

    Seconda istantanea, in arrivo dal Corriere della Sera.

    Click to read more ...

    giovedì
    mag072015

    Gli Usa non tirano più, altro che crescita al 3%…

    L'economia statunitense continua a crescere, ma troppo poco. I dati ufficiali parlano di un Pil che ha registrato un più 0,2% nel primo trimestre dell'anno contro uno stimato e sperato 1%. Negli Usa come in Europa, l'espansione della liquidità circolante nel sistema è servita quindi a ben poco, in quanto ha avuto l'unico risultato di consentire alle banche di ricostruire ulteriormente il proprio patrimonio. 

    Click to read more ...

    comments powered by Disqus