Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Economia della felicità - Luca De Biase (Feltrinelli)

La diffusione dei nuovi media digitali, e dei blog in particolare, sta creando le condizioni di un ritorno alla centralità delle relazioni tra le persone, basate sui principi della gratuità e della partecipazione. Si tratta di un fenomeno sociale importante per dimensioni , che mette in discussione i principi di fondo su cui si regge la nostra quotidianità, basata sulla spirale del consumo e del tempo da dedicare all'attività professionale. Eppure, tutti questi sforzi dediti ciecamente al lavoro non ci rendono felici.

Anche la "scienza triste" per eccellenza, l'economia, si sta accorgendo del crescere di un nuovo paradigma che pone al centro il bene percepito dalla gente, invece dell'accumulo indiscriminato del prodotto interno lordo. E tra i fattori che rendono più felici le persone la qualità e l'intensità delle relazioni umane sembrano occupare un posto privilegiato. Anche le aziende si accorgono della trasformazione in atto. Sempre più attente alle necessità di comunicare in modo partecipe con il pubblico, seppur lentamente esse stanno mutando in senso più aperto la loro organizzazione interna.

Da uno dei più lucidi osservatori italiani di quanto accade nel mondo digitale un'analisi che rimanda alla sfera del quotidiano. Sempre più componenti importanti della società condividono l'idea che il capitalismo abbia esagerato: la monetizzazione della realtà non coincide con la ricchezza. C'è bisogno di più felicità.

Feltrinelli, 2007

196 pp. 

 

Miseria umana della pubblicità - Gruppo Marcuse (Elèuthera)

Edeologia - Luca De Biase (Editori Laterza)