Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Lettera aperta a Giorgio Bocca per l’appello del filosofo a Mussolini. (Archivio Fini: per abbonati)

L'Indipendente del 20 Giugno 1992

Il peccato di Bobbio è veniale

il vostro antifascismo mortale

Caro Bocca,

    ho letto l’articolo indignato che hai scritto a proposito della pubblicazione da parte del settimanale Panorama della lettera che Norberto Bobbio inviò a Mussolini. A parte che mi pare del tutto errato l’accostamento che fai fra la pubblicazione di questa lettera e quella di Togliatti sui soldati dell’Armir (la prima riguarda una vicenda personale, la seconda è un documento politico di grande importanza per capire la storia del Pci e quindi anche quella del nostro Paese) sono d’accordo con te che il “peccato” di Bobbio, se di peccato si può parlare, è assolutamente veniale. Perché allora qualcuno ha potuto pensare che fosse mortale tanto da indurre Panorama a pubblicare la supplica del giovane Bobbio al Duce? La responsabilità, caro Bocca, è proprio della tua generazione, di quella “generazione di milioni di italiani che ha fatto la sua lunga marcia dentro il fascismo”, come tu scrivi, e che dopo averlo attraversato, aver ad esso aderito o aver con esso colluso, ci ha presentato per decenni il fascismo come satana, come la sentina di tutti i vizi, come il peggiore di tutti i mali. (...)

Continua a leggere: entra nella parte riservata o abbonati e sostieni La Voce del Ribelle.

I nostri Editori

RASSEGNA STAMPA DEL 22/10/2008

Il "nostro" Tommaso Della Longa studia da inviato di guerra