Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

RASSEGNA STAMPA DEL 06/10/2008


a cura di Arianna Editrice

Indice

Politica e Informazione

Economia e Decrescita

Internazionale, Conflitti e Autodeterminazione

Cultura, Filosofia e Spiritualità

Articoli

Politica e Informazione

  • di Massimo Fini
    Pubblico integralmente questa lettera perché contiene molti motivi di riflessione. "Caro Fini, sono un uomo di 66 anni. Sono andato in pensione l'anno scorso. Avrei potuto farlo molto prima perché ho quasi quarant'anni di lavoro alle spalle, ma ho preferito uscire il più tardi possibile dal mondo del lavoro per non sentirmi un ferrovecchio. Ciò nonostante la mia pensione è modesta. Mi consente < ... segue
  • di miro renzaglia
      I liberali, che non sono tutti usurai, dovrebbero spiegarci come mai gli usurai sono tutti liberaliEzra Pound Parafrasando una vecchia canzone di Francesco De Gregori che parlava a s-proposito dei poeti, mi viene da dire, invece: i liberisti che brutte creature, ogni volta che parlano è una truffa… I liberisti sono incredibili. Dove per “incredibili” intendo proprio la lettera: < ... segue
  • di Costantino Corsini
        Fino a mezzo secolo or sono la scienza procedeva secondo ragionamenti lineari. Non che ci fossero scienziati che avevano intuito che qualche cosa non funzionava nella logica aristotelica. Henri Poincaré nel 1890, studiando il problema dei tre corpi aveva trovato che le orbite non andavano proprio dove ci aspettava andassero e che questi corpi finivano per trovarsi nella < ... segue

Economia e Decrescita

  • di Ralph Nader
        Ecco una storia contro - intuitiva per voi. Perché gli interessi corporativi organizzati non corrono rischi ne temono i danni per i loro chiari interessi economici? Pensate ai prezzi del petrolio per i grandi consumatori, non per il vostro portafoglio. Le linee aeree stanno gemendo, limitano i voli e licenziano gli impiegati a causa del prezzo altissimo del carburante da aerei. I < ... segue
  • di Michael Moore
    Fonte: materialiresistenti
    I 400 americani più ricchi - sì, proprio così, sono solo 400 persone - posseggono DI PIù dei 150 milioni di americani dei ceti più bassi messi insieme. 400 ricconi posseggono più beni nascosti di metà della nazione! La somma netta totale dei loro averi è pari a 1.6 trilione di dollari. Durante gli otto anni dell'amministrazione Bush, si sono arricchiti di quasi 700 miliardi di dollari - la stessa < ... segue
  • di Paolo De Gregorio
      Emma Marcegaglia, Presidente della Confindustria, prediletta da Berlusconi, soprattutto perché è più bassa di lui, inaspettatamente denuncia,  a proposito della crisi finanziaria originata dai truffatori finanziari americani: “i castelli di carta venduti spesso in modo delinquenziale a cittadini e risparmiatori”.Il fatto è una notizia perché è la verità, cosa che non affiora spesso < ... segue
  • di Ilvio Pannullo
        Analizzando con attenzione il piano di risanamento imposto, in questi giorni, al Congresso americano, si può cogliere un’agghiacciante analogia con la celebre scena epica narrata nel romanzo di J.R.R. Tolkien: quando, cioè, Sauron, l'Oscuro Signore di Mordor, il potente spirito del Male de Il Signore degli Anelli che fa da antagonista al racconto, forgiò tra le fiamme < ... segue
  • di Carlo Gambescia
    Partiamo dalle decisioni, o quasi, prese a Parigi. Come valutarle? Dalla mia lettura dei giornali non è venuto fuori granché. Sostanzialmente si è preso un impegno a governare la crisi, quando e se si aggraverà, in maniera comune. L’aspetto più importante, oltre a quello del coordinamento (ma bisognerà vedere come) è di aver ribadito il principio dell’intervento pubblico. Però - attenzione, come < ... segue
  • di redazionale
      Profumo, ad di Unicredit, dopo aver detto con la solita faccia di bronzo che non c'era da preoccuparsi perchè la sua banca era solida, salvo procedere ad un aumento di capitale pari 6,6 mld di euro, ripetutamente smentito fino a pochi giorni prima,  afferma oggi che nemmeno nel '29 la crisi fu così tragica. Il titolo Unicredit perde quasi 12 punti perchè il mercato, si dice, non < ... segue
  • di Nicola Porro
          Solo un giornalista sa quanto pesano le parole di un banchiere. Più esso è di rango e più le sue parole si rarefanno. La finanza si inventò quello straordinario escamotage retorico: «L’istituto non è uso commentare indiscrezioni di mercato». Tanto bello nel non dir nulla che è diventato un paradigma di tutte le imprese < ... segue
  • di Mike Whitney
     Questo è un disastro in tempo reale e richiede vere soluzioni.[…] Siamo in una situazione di panico generalizzato e siamo ritornati a rischio di crollo sistemico dell’intero sistema finanziario. E le autorità Usa e quelle straniere sembrano non avere capito nulla su cosa ci sia bisogno di fare.Da quasi un anno ci stiamo chiedendo: perché gli investitori e le banche straniere che hanno < ... segue

Internazionale, Conflitti e Autodeterminazione

  • di Pino Cabras
    Fonte: pino-cabras
    Altro che “moral suasion”. Il modo in cui si è arrivati al voto del Congresso USA sul piano di salvataggio proposto dal Segretario al Tesoro va ben oltre.Normalmente, con il termine “moral suasion” si definisce una “tattica di persuasione” usata da un’autorità per influenzare e esercitare una “pressione” mirante a ottenere un comportamento socialmente responsabile, senza fare uso della forza di < ... segue
  • di Guido Santevecchi
        «Non vinceremo questa guerra»: sono quattro parole esplosive come altrettante bombe quelle pronunciate dal generale Mark Carleton-Smith, il comandante del contingente britannico in Afghanistan.   Parlando dalla sua base nella provincia meridionale di Helmand, dove ha a disposizione ottomila soldati, il < ... segue
  • di Vittorio Sabadin
       Il governo e i diplomatici di Gordon Brown stanno lavorando per porre fine alla guerra in Afghanistan, non attraverso un attacco decisivo ai Taleban, ma nell`unico modo con il quale sono sempre terminati i conflitti in quella regione: un accordo onorevole e un ritiro dignitoso. Le voci che si rincorrono da settimane su una trattativa segreta con i numerosi capi della < ... segue
  • di redazionale
    a)   Crisi finanziaria. Quando il neoliberismo riscopre l'importanza dello Stato e ne esige l'intervento. Uno sguardo a Germania (26), USA (26), Gran Bretagna (28), Unione Europea (28) e Russia (28). Pure da questa vicenda emerge di riflesso cosa significhi una politica di in-dipendenza e sovranità.   b)  Russia. Gli antefatti geopolitici del conflitto con la Georgia (1) e < ... segue
  • di Fabio Franceschini
      UNA GUERRA DIMENTICATA Si è conclusa nelle scorse settimane la missione dell’associazione onlus l’Uomo Libero in Birmania. La missione aveva lo scopo di verificare e sostenere lo stato dell’avanzamento dei lavori iniziati ad aprile di quest’anno e aventi come scopo la costruzione di un nuovo villaggio destinato ad ospitare i Karen scampati dalle brutalità dell’esercito di < ... segue
  • di Franco Chittolina
    In questo mondo globalizzato non è bastato l’oceano a proteggere l’Europa da turbolenze finanziarie epocali. E non è bastata nemmeno alla “vecchia Europa” la sua più antica saggezza e il suo mercato relativamente più regolato per resistere alla tempesta abbattutasi da oltre-Atlantico. A giudizio di molti osservatori, eventi di queste dimensioni accadono una volta in un secolo. Questa volta ci è < ... segue

Cultura, Filosofia e Spiritualità

  • di Giuliette Paris
      Metis è il nome che i greci davano a quella forma di intelligenza non solamente cerebrale e che spesso è stata attribuita alle donne.Il detto"non c'è niente da capire nelle donne'' illustra il punto di vista apollineo sulla donna e la sua ignoranza della metis, perché il percorso della metis è sinuoso, imprevedibile, sconcertante per coloro che non ne sono provvisti. La metis, < ... segue
  • di Francesco Lamendola
    È ammissibile, è opportuno che il comandante di una spedizione, dopo che il suo dirigibile è precipitato, accetti di mettersi in salvo per primo, lasciando sul ghiaccio il suo equipaggio, e sia pure per delle ragioni umanamente e tecnicamente valide? È, questo, l'interrogativo che ha troncato la brillante carriera di un giovane e ambizioso generale dell'Aeronautica italiana, nonché uno dei massimi < ... segue
  • di redazionale
     Pochi articoli fa, mettavamo la notizia dell' uscita (per ora solo la parte di Pasolini) in versione restaurata della Rabbia alla quale partecipò Giovannino Guareschi.La polemica sullo spezzone dell'autore di Don Camillo aveva già provocato la reazione di Pasolini, che aveva concentrato nella sua rabbia proprio l' anticomunismo e la morale reazionaria del Candido.Vedendo (almeno lui) < ... segue
  • di Francesco Lamendola
       Come mai non avevo mai visto prima quel folto d'alberi verdi? Se c'erano alberi così fronzuti c'era anche acqua, e dove c'è acqua non manca mai un sentiero. Trovare un sentiero, che fosse dei pastori, degli struzzi o dei coccodrilli, o un sentiero senza nome,  con la sua brava carogna di mulo della Sussistenza, oppure con un soldato che sta leggendo un giornale del mese scorso! < ... segue
  • di Ranieri Polese
    Quante volte è stato a Siracusa, professore? «Con questa, sono quattro volte ». Una in più di Platone. «Sì, in effetti una volta in più, ma — James Hillman ride — Platone era venuto qui con grandi ambizioni, voleva creare in questa città il governo perfetto. Pensava che i tiranni di Siracusa fossero pronti a realizzare il suo ideale di Stato. Le cose andarono diversamente, e ogni volta il grande < ... segue

I nostri Editori

RASSEGNA STAMPA DEL 07/10/2008

RASSEGNA STAMPA DEL 05/10/2008