Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

RASSEGNA STAMPA DEL 13/01/2009

a cura di Arianna Editrice

Indice

Politica e Informazione

Ecologia e Localismo

Economia e Decrescita

Internazionale, Conflitti e Autodeterminazione

Cultura, Filosofia e Spiritualità

Storia e Controstoria

Articoli

Politica e Informazione

  • di Paolo Barnard
    Avete letto in questo sito un mio pezzo dal titolo “Il tradimento degli intellettuali”, dove cito, fra le tante cose, un commento di Marco Travaglio sulla tragedia di Gaza. Quel commento mi giunse da un mio lettore che lo aveva ricevuto dalla casa editrice Chiarelettere, cui si era rivolto per far pervenire a Travaglio una sua mail con richiesta di un’opinione del noto cronista < ... segue
  • di Mario Vargas Llosa
      C’è qualche possibilità che l’invasione militare di Gaza messa in atto da Israele distrugga le infrastrutture terroriste di Hamas - obiettivo ufficiale dell’operazione - e faccia terminare i lanci di razzi artigianali degli integralisti palestinesi che controllano la Striscia sulle città israeliane di frontiera? Penso che non ce ne sia nessuna e < ... segue
  • di Davide Corbelletto
       Circa le cause profonde (o presunte tali) di quest’ennesima aggressione, perpetrata da Israele ai danni del popolo palestinese, si è scritto moltissimo negli ultimi giorni: si sono così lette - come abitualmente accade, ogni qual volta si riaccende il focolaio della cosiddetta “crisi mediorientale” - analisi condivisibili e non, elaborate da < ... segue
  • di redazionale
      In queste ore, infuria la violenza israeliana contro Khuza’a: vengono bombardate le case senza preavviso, il corrispondente del canale satellitare al-Jazeera ha riferito la distruzione di più di 20 abitazioni.Questi violenti bombardamenti sono avvenuti durante la cosiddetta "tregua umanitaria" di tre ore concessa da Israele. Il corrispondente di al-Jazeera ha < ... segue
  • di Mustafa Barghouthi*
       Leggerò domani, sui vostri giornali, che a Gaza è finita la tregua.Non era un assedio dunque, ma una forma di pace, quel campo di concentramento falciato dalla fame e dalla sete.E da cosa dipende la differenza tra la pace e la guerra? Dalla ragioneria dei morti?I bambini consumati dalla malnutrizione, a quale conto si addebitano?Chi muore perché manca < ... segue
  • di redazionale
    Fonte: IRIB
     WASHINGTON - L'ex presidente degli Stati Uniti Jimmy Carter, in un suo intervento sul Washington Post intitolato 'Una guerra non necessaria', scrive una verità che i politici e i media occidentali continuano sistematicamente a ignorare: la tregua tra Israele e Hamas raggiunta lo scorso 19 giugno non è stata rotta dai palestinesi ma da Israele, il 4 novembre < ... segue
  • di redazionale
    Osservare le dodici verità, auree e infallibili, che i media sono obbligati ad adottare:1 - In Medio Oriente, gli arabi attaccano sempre per primi, e Israele difende sempre sé stessa. Questa difesa si chiama “rappresaglia”.2 - Né arabi, né palestinesi, né libanesi hanno il diritto di uccidere civili. Questo è “terrorismo”.3 - < ... segue

Ecologia e Localismo

  • di Claudio Risé
     Forse il «riscaldamento globale» non ci sarà. Alcuni meteorologi, ambientalisti convinti, hanno comunicato con imbarazzo che i ghiacci sono tornati ai livelli di alcuni decenni fa. Nel frattempo, fa piuttosto freddo, nevica molto, e piove abbondantemente.Il nostro immaginario, che stava sviluppando fantasie tropicali, è di nuovo alle prese col gelo ed altri guai < ... segue
  • di Elisabeth Zoja
     Uno studio recente dimostra che i pesci ricordano fino a cinque mesi. Le gabbie per l’allevamento potrebbero non essere più necessarie. Questa nuova prospettiva di allevamento sostenibile potrebbe favorire il ripopolamento degli oceani. Il mito dei pesci ottusi è stato finalmente sfatato. Una ricerca dell’Institute of Technology Technion di Haifa ha dimostrato < ... segue
  • di Elisabeth Zoja
     Il primo gennaio la rappresentanza di turno dell’UE è passata al presidente ceco Vaclav Klaus. Oltre ad essere reputato un eurodissidente, Klaus è uno dei maggior leader del negazionismo climatico. Anche se non lo mostrano in pubblico, molti politici e industriali apprezzano i suoi discorsi al riguardo. Vaclav Klaus, dal primo gennaio presidente di turno < ... segue
  • di Diego Barsotti
     Come affrontare la crisi che sta travolgendo l’industria automobilistica? Un’ipotesi un po’ provocatoria è quella avanzata da Riccardo Perissich: aiuti nazionali condizionati a un programma di riduzione di capacità produttiva. Campetti: «I contributi pubblici devono essere finalizzati a due vincoli, quello ambientale e quello sociale»   < ... segue

Economia e Decrescita

  • di Sam Pizzigati
     Questo periodo dell’anno sembra offrirci una pioggia di “top ten”, i dieci migliori film dell’anno, i dieci migliori libri dell’anno, le dieci notizie dell’anno, eccetera. In Too Much abbiamo deciso di unirci alla lista con la nostra propria classifica dei dieci più avadi d’America. Non avremmo potuto scegliere miglior anno per < ... segue
  • di Giovanni Dalla-Valle
      "Caro Beppe,qui in Inghilterra è già il '29. Il 5 gennaio ha chiuso Woolsworth (27.000 dipendenti), supermercato di esperienza decennale, dei prodotti accessibili alla working class, l'ideale per la casalinga di Voghera, si direbbe da voi.Seguiranno chiusure di altre grossi reti commerciali. Gran parte delle maggiori banche sono gia' state < ... segue
  • di Beppe Grillo
      Per ogni 100 euro di tasse che paghiamo, 18 sono per gli interessi sul debito pubblico. Il problema del debito pubblico è semplice: se non ci occupiamo del debito, il debito si occupa di noi. Si sta occupando di noi ogni giorno, dalla sua esplosione avvenuta con i governi Craxi e Andreotti. Tagli alla scuola, alla salute, alla ricerca. La decadenza del Paese. Il debito toglie < ... segue
  • di Uriel
    Fonte: Wolfsteep
    Quando si dice “default”, immediatamente agli italiani vengono in mente le scene viste nel caso argentino, dando la scorretta impressione che in caso di default succeda automaticamente quanto avvenuto nel paese sudamericano. Pochi sanno, per esempio, che il default dei conti pubblici e’ gia’ avvenuto diverse volte in Europa, per esempio in Spagna. E non si sono viste quelle < ... segue
  • di Ilvio Pannullo
    Per la prima volta dopo poco più di 5 anni, i titoli di Stato a 3 mesi, con scadenza il 15 aprile 2009, registrano un calo di 0,805 punti all'1,659% lordo, mentre i BoT a 12 mesi sono scesi oltre il precedente minimo storico del giugno 2003 (1,860%), toccando la risibile quota di 1,84% d’interesse sul capitale investito. Mai nella storia del nostro paese il rendimento dei titoli < ... segue
  • di Paolo Emiliani
      La pietra tombale è stata posta sul sepolcro della nostra ex compagnia di bandiera. Il Cda di CAI ha ieri preso la decisione che da tempo era stata annunciata ovvero la cessione alla compagnia di bandiera francese (anzi francolandese) di una quota pari al 25% del pacchetto azionario per un valore intorno ai 320 milioni di euro.L’inserimento in extremis nella trattativa da < ... segue
  • di Zygmunt Bauman
      Che cosa temono maggiormente i nostri contemporanei, in particolare gli abitanti delle dieci città più grandi e più importanti del pianeta, e quali sono le loro (e le nostre!) più assillanti e tormentose preoccupazioni, quali le cause più minacciose all' origine dei loro (e nostri!) incubi (se ne hanno~)? Dal sondaggio del World Social Survey del < ... segue

Internazionale, Conflitti e Autodeterminazione

  • di Eugenio Roscini Vitali
     Due anni di addestramento, di esercizio e di meticolosa preparazione, prima di arrivare al 27 dicembre 2008, prima che Israele dia il via all’attacco aereo su Gaza e alla successiva invasione della Striscia. Due anni di studio che ci danno l’idea di quanto la paura del fallimento e della sconfitta ossessioni la dirigenza politico-militare israeliana; ventiquattro mesi durante i < ... segue
  • di P. Pagliani
     1. In un recente contributo ho affermato che Israele non mi sembra in possesso di una strategia netta. Questa affermazione ha generato alcuni fraintendimenti, come ad esempio l’interpretazione che io sosterrei che la mattanza di Israele a Gaza sarebbe uno degli ultimi “colpi di coda” prima dell’avvento della “pacifica era Obama”.Vale allora la pena qualche < ... segue
  • di redazionale
    Fonte: terrasantalibera
    Un amico ci segnala un fatto gravissimo, che nessun Pagliara o Gasparri denunceranno mai: su un sito sionista usraeliano sono esposte le foto di alcuni volontari pacifisti internazionali, tra cui anche l'italiano Vittorio Arrigoni, di cui si chiede esplicitamente l'uccisione. Chi abbia voglia di visionare il delirio sionista incarnato e rendersi conto quale sia la mentalità < ... segue
  • di Mohammed Omer
     India WillieAl telefono da Gaza, Zahrah Salem commenta la notizia che ha appena appreso: tante persone alla Casa Bianca erano "profondamente addolorate" per la morte del gatto India Willie. Come mai, si chiede, nessuno alla Casa Bianca era profondamente addolorato per la morte di tanti bambini a Gaza?Dopo una pausa, aggiunge: "Almeno il gatto non è morto di fame, come i < ... segue
  • di Gareth Porter
        Fino alla metà del 2007 vi furono seri ostacoli politici ad una guerra convenzionale su vasta scala da parte di Israele contro Hamas a Gaza: il fatto che Hamas avesse vinto delle elezioni libere ed imparziali per la definizione del nuovo parlamento palestinese, e che fosse ancora il partito dominante all’interno di un governo pienamente legittimo, rappresentava < ... segue
  • di Pino Cabras
      L’incitazione è esplicita: uccidere un gruppo di persone, con nome e cognome, abitudini e idee, appartenenze politiche e immagini facilmente identificabili. Chiedono la collaborazione di delatori per completare le liste con gli indirizzi. La schedatura è esplicitamente rivolta ai militari, quelli israeliani, se non ci pensano altri killer, per facilitarli < ... segue
  • di Karl Muller
    1. Accordo segreto tra le Nazioni Unite e la NATOSolo pochissimi media hanno riferito molto brevemente di un accordo segreto stretto tra le Nazioni Unite e la NATO alla fine di settembre e agli inizi di ottobre di quest’anno, che sarebbe stato firmato dai Segretari Generali delle due organizzazioni Ban Ki-Moon (ONU) e Jaap de Hoop Scheffer (NATO).Secondo l’edizione del 26 settembre del < ... segue
  • di Padre Manuel Musallam
    Fonte: terrasantalibera
     La denuncia chiara e forte del parroco di Gaza Padre Manuel Musallam  "Qui non si muore solo per i bombardamenti ma anche per la paura e i bambini sono le prime vittime". Lo dice Padre Manuel Musallam, parroco di Gaza e direttore della scuola cristiana Holy Family, intervistato al telefono. Stamani alle 10, ha raccontato il prete palestinese, una bambina di 12 anni della < ... segue
  • di Antonio Serena
    Fonte: liberaopinione
    “Riusciamo a vedere i vostri telegiornali e restiamo costernati per le bugie che sentiamo…”. Così  Padre Manuel Musallam, parroco della Sacra Famiglia, unica chiesa cattolica della striscia e punto di riferimento per i  circa tremila cristiani presenti a Gaza. La sua testimonianza riassume il clima di genocidio che si respira in questi giorni  in quel campo < ... segue
  • di Richard Falk*
      Per 18 mesi l’intera popolazione di un milione e mezzo di persone di Gaza aveva sperimentato un blocco punitivo imposto da Israele, e una serie di sfide che erano state traumatizzanti per la normalità della vita quotidiana. Un barlume di speranza era emerso circa sei mesi fa, quando una tregua concordata con l’Egitto aveva prodotto un effettivo cessate-il-fuoco che < ... segue
  • di Ferdinando Calda
      È tutta colpa di Hamas. L’invasione di Gaza, i bombardamenti a tappeto, le vittime civili, i bambini intrappolati sotto le macerie delle loro abitazioni. È questa l’opinione del ministro degli Esteri italiano, Franco Frattini, che non risparmia nessuna occasione per difendere l’operato degli “amici israeliani”. “Hamas ha causato questo < ... segue
  • di Anna Pelegri
      Durante le proteste nella West Bank contro l'assalto israeliano alla Striscia di Gaza le bandiere venezuelane e i ritratti di Hugo Chavez hanno sventolato alto. La decisione presa il 6 gennaio dal presidente venezuelano di espellere l'ambasciatore israeliano da Caracas -- il solo paese a farlo oltre alla Mauritania [In realtà anche la Giordania; l'articolo è < ... segue
  • di Antonia Cimini
    Fonte: ilmessaggero
      La Cina ha deciso di aprire il 2009, anno ricco di ricorrenze per il paese, prendendo tutti di sorpresa. Il governo ha annunciato di voler istituire una festa nazionale per celebrare i 50 anni della «rivoluzione democratica in Tibet» e la «emancipazione di milioni di servi e schiavi» di quella che è oggi una regione autonoma speciale. Mercoledì, < ... segue
  • di Le Monde (a cura di)
      Il dottor Gilbert all'ospedale Al-Shifa di Gaza. Foto AP/Majed HamdanDall'inviata speciale Sophie Shihab ad Al-Arish, Egitto - In questi ultimi giorni le televisioni arabe che trasmettono da Gaza hanno mostrato dei feriti di tipo nuovo – adulti e bambini le cui gambe erano ridotte a resti carbonizzati e insanguinati. Domenica 11 gennaio ne hanno dato testimonianza < ... segue
  • di Jim Lobe e Ali Gharib
    Washington - Occupati dalla copertura delle elezioni presidenziali del 4 novembre, i principali media statunitensi hanno ignorato un attacco chiave di Israele contro un bersaglio di Hamas, considerato da alcuni palestinesi come la fine effettiva della tregua tra le due parti e come l’evento che ha preparato il terreno per l’attuale spargimento di sangue.Mentre la principale agenzia < ... segue
  • di Anthony Shadid
    La guerra, in un certo senso, è finita. Ma inizia una nuova lotta, mentre i cittadini si pongono l’inevitabile interrogativo: e adesso?BAGHDAD – Forse è stato l’unico sparo udito in giorni, in un quartiere un tempo regolato dalla cadenza delle sparatorie. Forse sono stati i sorrisi ai checkpoint e le urla dei poliziotti iracheni che dirigevano il traffico sempre < ... segue
  • di Francesco Ferrari
     Le cause remote della «Rivoluzione islamica» in Iran vanno ricercate nel conflitto culturale (un vero e proprio «scontro di civiltà», giusta la definizione di Samuel Huntington) che contrappone l’Occidente laico, moderno e secolarizzato al mondo arabo-islamico ancora fortemente intriso di senso religioso nelle sue strutture socio-culturali; l’inizio < ... segue
  • di Ernesto Ferrante
    Fonte: rinascitacampania
      “Israele sta sperimentando nuove armi non convenzionali contro la popolazione civile di Gaza”. Dopo il "Times" anche il New Weapons Research Committee, una commissione indipendente di scienziati con base in Italia, ha denunciato l’utilizzo di proiettili al fosforo bianco da parte dell’esercito dell'entità sionista a Gaza.“Si sta ripetendo < ... segue
  • di Aldo Baquis
    «Dopo 17 giorni di questa folle guerra, ormai è chiaro: Gaza non si spezzerà, Gaza, a Dio piacendo non cadrà, Gaza vincerà, la fede vincerà, la Palestina vincerà». Questo il messaggio registrato ieri nel suo bunker da Ismail Haniyeh, diffuso in serata dalla televisione Al Aqsa di Hamas ai pochi abitanti della Striscia che ancora possono < ... segue
  • di Antonio Polito
    Fonte: Il Riformista
      Massimo D’Alema è nella sede di Red tv, cioè della tv della sua associazione politica. Dunque è insieme intervistato ed editore. Diciamo che è a casa sua. E si inforna infatti anche delle dotazioni tecniche, microfoni compresi, che se prendono troppi rumori esterni rischiano di registrare anche quelli provenienti dalla casa di Silvio Berlusconi, < ... segue
  • di Chris McGreal
     Funzionari delle Nazioni Unite e gruppi portavoce dei Diritti Umani premono per aprire un’inchiesta internazionale su crimini di guerra per il modo “irruente e indiscriminato” con cui i soldati israeliani stanno bombardando zone residenziali e usando intere famiglie palestinesi come scudo umano nella striscia di Gaza.Con un conto che supera i 900 morti nei 17 giorni di < ... segue
  • di movisol
      La guerra condotta contro il Messico dal cartello internazionale della droga, sotto il controllo di Londra, si è intensificata fino al punto che c'è di fatto il pericolo di un potere duale ai confini tra il Messico e gli USA. Nella prima metà del 2008 i morti collegati al narcotraffico in Messico sono stati 5600, il doppio del 2007. Secondo le stime del < ... segue
  • di redazionale
    Il Consiglio diritti umani delle Nazioni Unite, organo sussidiario dell’Assemblea generale composto di 47 membri tra i quali anche l’Italia, ha adottato il 12 gennaio 2009 la Risoluzione “Gravi violazioni dei diritti umani nei Territori palestinesi occupati dovute in particolare ai recenti attacchi militari israeliani contro la Striscia occupata di Gaza”La risoluzione < ... segue

Cultura, Filosofia e Spiritualità

  • di Vajra Karuna
    L’illuminazione è un’esperienza singolarmente intensa, che rivela a una persona il suo posto nello schema delle cose. Essa è, molto spesso, un’esperienza definitiva grazie alla quale chi esperimenta non dubiterà mai più della propria relazione con se stesso, gli altri, il mondo e qualunque cosa si ritenga esistere al di là di quest’ultimo. < ... segue
  • di Mario Grossi
        In questi giorni di festa, mentre bivaccavo in libreria, sono stato sorpreso da mia moglie, immerso ne I Misteri della jungla nera di Emilio Salgàri [ nel ritratto sotto a destra], in un’edizione di Salani Editore riccamente illustrata. Mi ero incantato su una stampa che raffigura le incarnazioni di Visnù e sulle relative note dell’autore «le < ... segue
  • di Luca Leonello Rimbotti
        Dicono che nei “mitici anni sessanta”, laggiù al Greenwich Village, sia avvenuta una rivoluzione. Dicono che, negli esclusivi scantinati per ricchi, ancora se ne parli. C’è qualcuno, da qualche parte in Europa, certamente in Italia, che vive nella struggente nostalgia di quell’epopea libertaria. I “rivoluzionari” nostrani < ... segue

Storia e Controstoria

I nostri Editori

RASSEGNA STAMPA DEL 14/01/2009

RASSEGNA STAMPA DEL 12/01/2009