Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Anteprima numero 14 - novembre 2009

 

Clicca qui per l'anteprima in pdf

 

Fukuyama reloaded

di Massimo Fini

Dopo il crollo dell'Unione Sovietica, nel 1989, il politologo americano di origine giapponese Francis Fukuyama in un libro intitolato "The End of the History and the Last Man" decretò perentoriamente che la Storia era finita (...)

 

Peccato originale

di Valerio Lo Monaco

Uno dei metodi da utilizzare per salvaguardare la propria sanità mentale malgrado gli impulsi dannosi del nostro sistema informativo - così come, più in generale, di alcuni fenomeni della società che abbiamo intorno - risiede nel cercare di non dimenticare. Che oggi, in altre parole, molto spesso vuol dire capacità di risalire (...)

 

Navi. Rifiuti tossici. E non solo

di Germana Leoni

È dalla seconda metà degli anni Ottanta che facciamo del Mare Nostrum, e di quello altrui, un pericoloso immondezzaio: una bomba a orologeria per un disastro ambientale annunciato. Stiamo parlando del delittuoso fenomeno dello smaltimento in mare di rifiuti tossico-nocivi e radioattivi: un affare colossale che ha visto la mafia, e più specificatamente la 'Ndrangheta, proporsi come soggetto operativo di facciata in ciò che è in realtà (...)

 

Niente di grave: giusto 25 suicidi

di Federico Zamboni

France Telecom era un’azienda di Stato, fino al 1998. Poi, secondo quella che è ormai la regola, è stata privatizzata. Apparentemente, come credono gli ingenui e come raccontano i furbi, era solo un cambio di proprietà, che portava nuovi capitali e sollevava la macchina pubblica, già così oberata da mille problemi e da mille incombenze, dal doversi occupare anche di vendere servizi telefonici ai cittadini. In realtà (...)

 

Banche italiane e assegni strani

di Roberto Scorcella

Un'azienda sull'orlo del fallimento di questi tempi non è una novità. Particolarmente inquietante, ma anche questa purtroppo inizia a diventare una consuetudine, il fatto che a spingerla verso il baratro sia stata una banca. La vicenda riguarda un marchio che a cavallo fra gli anni Ottanta e Novanta è stato una griffe rinomata, sui livelli di Gucci e Cartier, con negozi in ogni parte del mondo e capi ricercatissimi. Stiamo parlando della Nazareno Gabrielli (...)

 

Monsanto: i veleni nel mondo

di Marzio Pagani

Fra i grandi temi del momento, grande clamore hanno suscitato i pericoli che starebbe correndo la libertà di stampa in Italia, con tanto di frotte di giornalisti in piazza e politici in passerella. Legittimo, bisognerebbe però chiedersi come viene usato da noi questo prezioso bene, se i nostri giornalisti hanno il coraggio di attaccare frontalmente i veri gangli del potere, se hanno la voglia di imbarcarsi in duri lavori di ricerca per costruire dossier, inattaccabili da cause di risarcimento, nella tradizione del miglior giornalismo di inchiesta e denuncia (...)

  

Moleskine

 

Lotterie e altre ruberie

di Giuseppe Carlotti 

 Seicentoventiduemilioniseicentoquattordicimilaseicentotrenta. Non è il numero delle stelle che brillano ogni notte sopra la nostra testa, ma le possibili combinazioni giocabili in una schedina del Superenalotto. Soltanto una di esse è quella vincente. Per fare un paragone matematico, restando in tema di stelle, le possibilità che un asteroide colpisca il pianeta Terra entro l'anno 2036 sono "soltanto" una su quarantamila (...)

 

Colpo di Stato ed Europa

di Alessio Mannino

Attenzione: stiamo perdendo praticamente in modo assoluto la sovranità nazionale. In Europa, se passasse del tutto il Trattato di Lisbona, si deciderebbe della nostra vita in tutto e per tutto. E le decisioni verrebbero prese da persone che siedono sugli scanni europei senza il diritto di farlo. Senza che gli italiani li abbiano scelti e mandati lì (...)

 

Perù: così gli indios difendono la foresta

di Laura D'Alessandro

I riflettori si sono accesi per un po’ e poi si sono di nuovo spenti. Come era prevedibile, i media che nel giugno scorso hanno mostrato le violente repressioni subite dagli indios dell’Amazzonia peruviana, intenti a protestare pacificamente per proteggere le loro terre dall’assalto delle compagnie petrolifere, hanno presto dimenticato quella parte sperduta di mondo e le luci si sono nuovamente spente. Nessun organo di informazione, almeno fra quelli mainstream, ci ha raccontato il seguito della storia (...)

 

Goldsmith e il mondo surrogato

di Eduardo Zarelli

Nella calura d’agosto, il 21, si è spento in Toscana – dove viveva oramai da anni - Edward Goldsmith. È proprio lì che lo abbiamo conosciuto avendo avuto l’onore della sua amicizia, stimandone il tratto umano disinteressato, che faceva tutt’uno con la profondità del suo pensiero (...)

 

Questo è il muro, e questi siamo noi

di Federico Zamboni

I Pink Floyd non erano solo un gruppo. Erano un mistero. Una delle alchimie più bizzarre e sorprendenti che si siano mai prodotte all’interno della musica rock. Di band che si evolvono ce ne sono tante, e anche i casi di drastici mutamenti di rotta sono numerosi, ma non è di questo che stiamo parlando. Nei Pink Floyd c’era qualcosa di più sottile (...)

 

La verità sepolta

di Ferdinando Menconi 

Katyn, di Andrzej Wajda, dopo pochi trailer, ha avuto una fugacissima apparizione nelle sale per poi essere recuperato in qualche rassegna cinematografica, qualche proiezione estiva e vedersi proposto in edicola come dvd. Piccole soddisfazioni per chi quel film voleva vederlo, per tutti coloro che si erano indignati fosse stato immediatamente ritirato dalla circolazione con la scusa che le sale erano vuote, quando la realtà era un’altra (...)

 

A 200.000 morti è pronto il premio 

 Ora, storicamente, il premio Nobel è stato dato la maggior parte delle volte ai più grandi stronzi della storia. Tranne rare eccezioni, soprattutto quello della Pace, qualunque cosa voglia dire questa parola, in un mondo in cui si è passati dalla Guerra Fredda alla Pace Calda, vede nel suo palmarès la più grande sfilza di guerrafondai mai esistiti sulla scena (...) 

 

Il veleno del Ribelle - Novembre 2009

di Alessio Di Mauro

 

Abbonati a La Voce del Ribelle, in edizione cartacea o on-line, e sostieni una voce non conforme.

I nostri Editori

RASSEGNA STAMPA DEL 10/11/2009

RASSEGNA STAMPA DEL 09/11/2009