Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

RASSEGNA STAMPA DEL 24/06/2009

a cura di Arianna Editrice

Indice

Politica e Informazione

Ecologia e Localismo

Internazionale, Conflitti e Autodeterminazione

Cultura, Filosofia e Spiritualità

Storia e Controstoria

Articoli

Politica e Informazione

  • di Stefano Di Ludovico
    “La Storia era stata piena di uomini ‘col sole in fronte’ che avevano chiesto e sparso lacrime e sangue. E il risultato quale era stato, alla fine? Quello che aveva davanti agli occhi: un mondo più desolato di tutti quelli che lo avevano preceduto. I grandi profeti, filantropi dell’umanità, non avevano provocato che catastrofi. Tutte le volte che l’uomo ... segue

Ecologia e Localismo

  • di Andrea Bertaglio
    Vi proponiamo l’intervista a Domenico Finiguerra, sindaco virtuoso di Cassinetta di Lugagnano (MI), primo e finora unico Comune “a crescita zero” d’Italia. Un comune che non ha previsto un’estensione urbanistica del piano regolatore, e che in un contesto iper-edificato ed iper-cementificato come quello lombardo, ha deciso di anteporre il benessere dei suoi cittadini e ... segue
  • di Miriam Giudici
    Finalmente iniziano tempi duri per le multinazionali dell’allevamento che fanno scempio della foresta amazzonica: i supermercati brasiliani boicottano la loro carne mentre vengono bloccati i finanziamenti al gigante Bertin. Molte materie prime frutto di crimini contro l’ambiente, però, arrivano ugualmente in tutto il mondo, Italia compresa. Iniziano tempi duri per le ... segue
  • di Elisabeth Zoja
    La mortalità delle api è del 30-35% superiore al tasso naturale. Le cause di questa moria sono tante: pesticidi, parassiti, moocolture e cambiamento climatico. Dalla loro riduzione risulta anche un’ulteriore perdita di biodiversità delle piante. Proteggerle è quindi fondamentale sia per la sopravvivenza dei vari ecosistemi che per quella dell'essere ... segue
  • di Giorgio Cattaneo
    Come disse Bob Kennedy, il Pil misura qualsiasi cosa, tranne quello che può renderci felici. Ma la felicità può essere sostenibile? Eccome, risponde Maurizio Pallante: basta rinunciare alla droga (mentale) della crescita, sinonimo di benessere solo apparente, frutto di un equivoco generato dall’ideologia suicida dello sviluppo illimitato, che esaurisce le risorse e ... segue

Internazionale, Conflitti e Autodeterminazione

  • di Uri Blau
     31 maggio 2009Case, strade ed edifici pubblici costruiti senza licenza edilizia o sui terreni dei palestinesi. L’inchiesta di Ha’aretz sugli insediamenti israeliani in CisgiordaniaUri Blau, Ha’aretz, IsraeleAppena quattro anni fa il ministero della difesa israeliano ha deciso di fare una cosa apparentemente elementare: creare un database completo degli insediamenti nei ... segue
  • di Mohamed Hassan
     Perché Bush è andato in Afghanistan. Perché anche Obama ci và. Le vie del gas e del petrolio. Le cause della rimonta dei Talebani e del crollo di Karzai. Chi ci guadagna dall’oppio? Perché il vicino Pakistan rischia di scoppiare? Intervista a Mohamed Hassan di Grégoire Lalieu e Michel CollonÈ possibile vincere la guerra in Afghanistan? ... segue
  • di Carlo Bertani
      Mentre s’inizia ad udire un tintinnio di sciabole che sbraitano in coro, che anelano ad una nuova partenza per l’Oriente, ci tornano alla mente ricordi ai quali preferiremmo non accompagnarci più, poiché il loro rinverdire porta le notti a stemperare nell’alba, insonne. Non abbiamo mai creduto ad una guerra nei confronti dell’Iran, e lo ribadiamo con ... segue
  • di Matteo Pistilli
    Fonte: cpeurasia
       Per comprendere la questione "complotto" bisogna allargare lo sguardo fuori dall'Italia, verso tutto il continente. Sabato 20 giugno, in ritardo sul resto dei giornali italiani, anche “L’Unità”, uno dei quotidiani più filo-americani e sostenitore (sostenuto) del Partito Democratico, ha dovuto ammettere, solleticando la simpatia che i ... segue
  • di Giovanni Petrosillo
       …O patria mia, vedo le mura e gli archi e le colonne e i simulacri e l'erme, torri degli avi nostri, ma la gloria non vedo, non vedo il lauro e il ferro ond'eran carchi i nostri padri antichi. Or fatta inerme, nuda la fronte e nudo il petto mostri. Oimè quante ferite, che lividor, che sangue! oh qual ti veggio, formosissima donna! Io chiedo al cielo E al ... segue
  • di Gian Carlo Caprino
         Il modello politico ideale dell'Islam radicale, come è noto, è quello dell'età dell'oro musulmana, espressa dal governo dei primi successori del Profeta, i Califfi. In tale modello, il Califfo è guida spirituale della comunità ("umma") ed anche il suo capo politico, governandola in base ai principi della legge ... segue
  • di George Friedman
      Nel 1979, quando ancora eravamo giovani e sognatori, in Iran ebbe luogo una rivoluzione. Quando chiesi agli esperti cosa sarebbe successo, si divisero in due campi. Il primo gruppo di iranisti sosteneva che lo Scià ne sarebbe senz'altro uscito indenne: i disordini non erano altro che un evento  ciclico agevolmente gestibile dalla sua polizia, e il ... segue
  • di Ornella Sangiovanni
    Non c’è pace per il ministro iracheno del Petrolio, Hussein al Shahristani, ormai sotto tiro da tutte le parti. Dopo essere stato accusato - principalmente dai kurdi, ma non solo - di politiche fallimentari che scoraggerebbero gli investimenti stranieri in Iraq, ora gli attacchi sono di segno opposto.A una settimana dal previsto annuncio dell’assegnazione dei contratti relativi ... segue
  • di Carlo M. Miele (a cura di)
    “Volete che distruggiamo le nostre case e che in più ne paghiamo il costo?". Fatima Ghosheh si ribella. Costretta a distruggere la sua casa a Gerusalemme Est, in più deve pagarne la demolizione. “Sono venuti alle 7 del mattino per abbatterla", racconta questa madre di quattro figli. "Gli abbiamo detto che preferivamo farlo da soli. Perché ci ... segue
  • di Israel Shamir
    Fonte: blogghete
       Il dramma iraniano è stato una buona cosa, poiché dopo anni di demonizzazione gli iraniani sono apparsi finalmente umani al pubblico occidentale. Perfino McCain ha pianto per la ragazza iraniana uccisa, benché soltanto ieri sarebbe stato felice di “bombardare, bombardare, bombardare” lei e milioni di sue sorelle nell’oblio. Glenn Greenwald ... segue
  • di Enrico Galoppini
    In questi giorni, a chi segue le notizie provenienti dall’Iran e cerca d’interpretare la portata degli eventi in corso, non sarà sfuggito il totale allineamento pro-“dimostranti” di tutte le opinioni ammesse dal sistema mediatico occidentale. Non solo quello “ufficiale” delle tv e dei giornali ad alta visibilità (garantita dal meccanismo delle ... segue

Cultura, Filosofia e Spiritualità

  • di Massimo Gramellini
       Come portavoce autonominato della Opposizione Estetica, mi permetto di esprimere tutto il mio sommesso disgusto per il prototipo di donna che emerge dagli scandali di queste settimane, che poi è la stessa donna che vediamo paparazzata nelle feste della Roma Cafona o issata sui troni di cartapesta di certi programmi televisivi. Bella di una bellezza vistosa e ritoccata. ... segue
  • di Simone Olla
    2009     Abbandono. Oblio. Deserto. Tutto da farsi per poi ritornare: passare al bosco attraversando le strade della periferia. Abbandonate e desertiche. Ricognizione in lettera e musica dalla periferia del ritorno.  Praticamente un viaggio.   Il Gruppo Opìfice organizza e promuove Passaggi per il bosco: lettere in musiche da periferia ... segue

Storia e Controstoria

  • di Francesco Lamendola
    Hitler odiava gli Ebrei perché odiava suo padre e desiderava, e temeva al tempo stesso, di essere trattato da lui come una donna? Perché invidiava il suo pene e desiderava appropriarsene, per poter possedere il fantasma della madre?Detta così, potrebbe sembrare una semplice battuta di spirito; e neanche tanto spiritosa, per dire la verità. Eppure, per i santoni della ... segue
  • di Anna Maria Volpe
    Intervista allo storico Yakov Rabkin, autore del libro In nome della TorahYakov Rabkin è professore titolare di una cattedra presso il dipartimento di Storia dell'Università di Montreal e membro del Centro Canadese di studi germanici ed europei. Nel suo libro In nome della Torah, Rabkin affronta la storia dell'opposizione giudaica al sionismo. Argomento spinoso, di cui si ... segue
  • di Giovanni Pellegrino
     L’interpretazione cristiana della storia guarda al futuro come all’orizzonte temporale di un fine ultimo e determinato che darà un senso a tutti gli avvenimenti storici. Infatti il cristianesimo ha una concezione rettilinea della storia a differenza della concezione pagana della storia che era caratterizzata dal movimento ciclico dell’eterno ritorno ... segue
  • di Claudio Moffa
    Agnoli, Ainis, Bellucci, Borzone, Carancini, Cardini, Cipollone, Copertino, Corrias Lucente, Finkelstein, Fragale, Iommi, Manno, Mellini, Menuhin, Moffa, Napolitano, Rampelli, Scotuzzi, Shamir, Sinagra, Strika, ZuccoLA POLIZIA DEL PENSIERORicerca storica, insegnamento, libertà di opinione, internet: le frontiere del nuovo totalitarismo nell’Europa democraticaa cura diClaudio ... segue

I nostri Editori

La crisi e la critica della ragione economica (dal n°9)

Anche se innocenti, gli sta bene! (archivio Fini: per abbonati)