Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Ribelle Quotidiano. Aggiornamenti

Grazie! Impossibile trovare una parola più adeguata e sintetica, oltre che sentita, per esprimere quello che stiamo vivendo in redazione.  

Grazie a tutti quanti hanno partecipato al nostro sondaggio - e a quelli che stanno continuando a partecipare - in merito alla versione quotidiana del Ribelle. E grazie in modo particolare a chi ha già prenotato l'abbonamento. 

Desideriamo comunicare nel modo più diretto possibile, e da subito, quelle che sono le prime impressioni ricevute dai vostri feedback giunti in appena due giorni dalla pubblicazione del nostro articolo "Ribelle Quotidiano. E ora, che facciamo?" in merito al futuro dell'edizione quotidiana on-line del giornale. Avete partecipato in tantissimi e aderito in tanti.

Al di là dell'aspetto prettamente logistico e monetario della cosa, dal quale dipende la vita dell'edizione quotidiana (mentre quella del mensile è già certa, almeno per il prossimo futuro) ciò che vorremmo esprimere è la gratitudine sia per la vostra adesione sia per alcuni commenti giunti in redazione attraverso il form del sondaggio stesso.

Molti di questi commenti sono quasi commoventi, perché ci attestano che il nostro lettore tipo, il lettore che immaginiamo ogni volta che scriviamo un pezzo o facciamo una riunione di redazione, esiste. Eccome se esiste. Molti di voi hanno colto esattamente lo spirito con il quale portiamo avanti questo progetto e con il quale abbiamo comunicato la necessità di prevedere un abbonamento al quotidiano.

Esiste - e la cosa è un bene per la società nel suo insieme - un tipo di lettore che capisce perfettamente l'importanza della cosa, di una informazione e di una cultura come quelle che ci sforziamo di fare sul Ribelle. Esiste un tipo di lettore che non solo capisce che nel mondo odierno c'è bisogno di sostenere un abbonamento per non leggere spazzatura e per avere delle riflessioni e degli articoli scritti da giornalisti davvero liberi, ma esiste anche chi magari rinuncia ad altro pur di sostenere un giornale come questo. Pur di avere qualcosa che evidentemente apprezza. Molti di voi ci hanno scritto proprio questo: rinuncio ad altro ma non alla "mia" informazione.

C'è anche un buon numero di persone che ha deciso (e può) aderire al Club dei Mille. Se riusciremo a partire, vi assicuriamo che sarà una cosa di cui andare veramente fieri.

Il che non è poco: nella società in cui viviamo non è affatto vero che tutto è perduto, che tutti hanno portato il cervello all'ammasso, che tutti confondono ciò che è importante ed essenziale con ciò che non lo è.

Davvero, stiamo conservando ogni risposta ricevuta, sia perché se raggiungeremo il numero necessario a partire vi contatteremo per perfezionare l'abbonamento sia perché, sul serio, a tutte le adesioni che abbiamo ricevuto e a quelle che speriamo riceveremo nel corso dei prossimi giorni e settimane vogliamo rispondere personalmente. Uno a uno, risponderemo personalmente a tutti. Lo meritate.

E lo faremo, dovessimo impiegare le notti per farlo.

Continueremo ad aggiornarvi sullo stato avanzamento lavori, ovvero sull'avvicinamento alle soglie che ci servono per partire. Dobbiamo in ogni caso aspettare anche le risposte di chi leggerà il nostro appello solo su carta (lo pubblicheremo sul prossimo numero del mensile, in uscita il 10 dicembre). Per ora cerchiamo di fare uno sforzo ulteriore per arrivarci. Siamo già a un buon punto.

Più in basso, sinteticamente, elenchiamo alcune risposte a qualche domanda che ci avete fatto attraverso il sondaggio, e per ora rimanete sintonizzati. Possiamo davvero arrivare a far partire la cosa. Diffondete la notizia più che potete, e forse ce la faremo.

Ah, se non avete ancora partecipato, cosa aspettate? Qui.

 

La Redazione

 

 

  • Certo: chi aderisce al Club dei Mille avrà tutti gli abbonamenti inclusi
  • Chi ha un abbonamento in corso, ovviamente, potrà "solo" integrare lo stesso con la somma mancante per arrivare alla versione full, in base ai mesi che deve ancora usufruire.
  • Sì, stiamo pensando anche a una versione non solo in Pdf, ma adatta a essere letta in formato eBook, su Kindle, iPad e altri lettori elettronici, sia per il mensile sia per il quotidiano
  • Sì, se potremo ripartiremo il prima possibile con le trasmissioni in audio-video
  • Sì, Massimo Fini sarà molto più "presente" sulla versione quotidiana (oltre ai suoi articoli che già pubblichiamo)
  • Sì, vogliamo occuparci anche di sport: malgrado tutto, ci sono ancora bellissime storie da raccontare
  • Più che approfondire ancora di più alcuni temi sul mensile (lo spazio, anche lì, ha sempre un limite da "taglio mensile"), prevediamo di realizzare degli instant book specifici
  • Sì, prevediamo di poter offrire agli abbonati la possibilità di regalare abbonamenti a prezzi scontati a parenti e amici (ogni anno, sotto Natale, già lo facciamo e lo faremo anche quest'anno)
  • Gli abbonamenti, se partirà il quotidiano, saranno diversi: solo mensile on-line o carta, full on-line e full on-line e carta
  • Sì, raccolte di articoli: una sorta di annuario. Ok
  • Sì, se partiremo con il Quotidiano, manterremo sempre un tot di articoli "free" da diffondere sul web
  • No, non rincorriamo mai la televisione e l'agenda setting imposta (come fanno quasi tutti gli altri). Ve ne siete già accorti vero? Pubblichiamo, e pubblicheremo ancora di più, solo quello che reputiamo importante da sapere e sul quale riflettere
  • Sì, difenderemo e manterremo la pubblicazione del mensile su carta "fino alla morte"
  • Vederci di persona: sì, se il Club dei Mille avrà diversi aderenti sosterremo le spese per organizzare diversi incontri con voi in diverse parti d'Italia (oltre a quelli ai quali già siamo invitati e partecipiamo)
  • Sì, miglioreremo la versione "mobile"

 

I nostri Editori

L’Italia vista dalla Francia

Morire per una bestemmia