Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Prima pagina 17 giugno 2010

Commissione d'inchiesta sulla flottiglia: una farsa

di Valerio Lo Monaco

Una farsa. Come era facile prevedere. E come puntualmente avviene, quando si parla di commissioni, ispezioni, inchieste e violazioni varie che riguardano Israele. Senza che nulla accada, di fatto, nell'opinione pubblica internazionale e tanto meno nelle sedi (ritenute...) opportune.

Questa volta la farsa si esplica nella approvazione di una commissione di inchiesta sul blitz che alcune settimane addietro i militari israeliani hanno compiuto ai danni della nave con i pacifisti a bordo, diretti nella striscia di Gaza. Attacco concluso con l'uccisione di nove attivisti.

Ebbene, la commissione d'inchiesta è stata - alla fine - approvata all'unanimità dal governo israeliano, che non ha perso l'occasione, tra le altre cose, di definirla "pubblica e indipendente".   leggi tutto 

Non si sorprenda, “padrona” Marcegaglia 

di Federico Zamboni 

Razza padrona. Talmente piena di sé, e delle sue certezze economiche e politiche (rigorosamente in quest’ordine), da non rendersi nemmeno conto dell’arroganza con cui si esprime e si comporta. E con cui, ben prima di manifestarlo con le parole e le azioni, pensa e sente. Pensa che il mondo si divida tra chi ha i soldi e comanda, e chi non ne ha e deve solo ubbidire. Sente di appartenere a un’élite selezionata e ammirevole, che decide per conto suo e che non deve spiegazioni a nessuno. Il potere non si giustifica. Il potere si esercita.  (leggi tutto)

 

Sudditanza Nato

Il Fatto 12 giugno 2010

La guerra all'Afghanistan è la più lunga che gli Stati Uniti abbiano mai combattuto. Più del Vietnam (104 mesi, per ora, contro 103), più della Seconda guerra mondiale (44 mesi), più della Guerra di Secessione (48 mesi), più della Rivoluzione americana (81 mesi), più della guerra all'Iraq ancora in corso (86 mesi). Che senso ha questa ostinazione omicida? Un senso lo deve pure avere. Non è guerra al terrorismo internazionale perché questo non sta più in Afghanistan ammesso che vi sia mai stato. (leggi tutto)

 

* 

Bloody Sunday, la sorpresa di Cameron

di Ferdinando Menconi

Cameron inaspettatamente si è dimostrato migliore e più coraggioso di quanto non sembrasse a prima vista, con la sua dichiarazione, "Sono patriottico e non voglio mai credere a niente di cattivo sul nostro Paese, ma le conclusioni di questo rapporto sono prive di equivoci: ciò che è successo il giorno di Bloody Sunday è stato ingiusto e ingiustificabile", pronunciata a proposito della strage del 30 gennaio 1972 di Derry, nota come Bloody Sunday. Dichiarazione ancora di più sorprendente perché è stata fatta da un premier conservatore, anche se la commissione di inchiesta Saville fu voluta da Blair. Molto è cambiato dalla brutale politica irlandese della Thatcher.

Una dichiarazione che non lascia spazio ad equivoci, che è una piena ammissione di colpevolezza su un atto indegno di un paese civile. Tardiva senza dubbio, ma finalmente l’Inghilterra si arrende all’evidenza dei fatti e se ne assume piena responsabilità. La commissione di inchiesta Saville ha appurato la verità, diciamo anzi che l’ha condivisa: i fatti erano fin troppo palesi per dover essere appurati. Resta, comunque, un evento raro per la storia delle commissioni di inchiesta, che di solito nascono più per insabbiare o mistificare, come la precedente commissione Widgery che aveva infatti addossato tutte le colpe sui manifestanti, sui pacifici manifestanti, mentre i pochi colpi d’arma da fuoco sparati dall’IRA in quell’occasione furono solo reazione all’intenso fuoco dei parà inglesi su un corteo disarmato e inerme. (leggi tutto) 

 

 

 

 

 

 

Nei quotidiani di oggi...: prime pagine, temi

 

 

 

Rassegna Stampa di ieri a cura di Arianna Editrice

Politica e Informazione

Ecologia e Localismo

Economia e Decrescita

Internazionale, Conflitti e Autodeterminazione

Cultura, Filosofia e Spiritualità

Scienza e Coscienza Olistica

Storia e Controstoria

I nostri Editori

Nutella e libertà di condizionamento

Bloody Sunday, la sorpresa di Cameron