Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

L’occhio di Erdogan su Israele

Una nuova preoccupazione per Israele: la Turchia sta per mandare in orbita il suo satellite spia, che pare sarà puntato specificamente sullo “Stato ebraico”.

Naturalmente non sono tardate le reazioni sdegnate di Tel Aviv, che teme Ankara possa vendere le informazioni raccolte ai suoi nemici, più o meno come fanno, a suo vantaggio, gli Stati Uniti con l’Iran.

Non è mancata, però, neppure la pronta e dura risposta di Ankara, che ha fatto notare che non solo il satellite, che dovrebbe essere operativo fra due anni, rientra fra gli atti legittimi di un Paese che nel medio oriente vede una zona particolarmente sensibile per la difesa dei suoi interessi e del suo territorio, ma che la legge, anche in medio oriente, deve essere uguale per tutti.

L’atto di pirateria contro il Mavi Marmara, compiuto nell’ambito dell’illegale blocco navale messo in atto contro Gaza, sta mettendo Israele in sempre più gravi difficoltà: quello turco non è un esercito da operetta e gli USA non possono scontrarsi frontalmente e a cuor leggero anche con Ankara per compiacere Tel Aviv.

(fm)

I nostri Editori

Iraq: la conta dei morti

Riunione di Redazione del 02/01/2012