Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Crescita del Pil: metà miraggio, metà feticcio


Oggi è toccato al ministro dell’Economia, dire la sua sul “fatidico” momento in cui l’Italia uscirà dalla recessione in corso e riuscirà, sia pure lentamente e con molte incognite, a invertire la rotta. 

Non potendo smentire il suo capo, Mario Monti, anche Vittorio Grilli ha citato il 2013 come l’anno della svolta, ma lo ha fatto destreggiandosi alla meno peggio tra i condizionali e le formule ipotetiche. 

Poco più che chiacchiere, insomma. Anche se insidiose e ingannevoli come sempre, a partire dal fuorviante messaggio che la crescita del Pil comporterà il ritorno a un benessere di massa.  (nel Quotidiano)

I nostri Editori

SIAE: un’altra mangiatoia?

Iva sulla tassa dei rifiuti: lo Stato insiste