Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Erdogan: un possibile colpo da vero statista

Per i media, e molti osservatori occidentali, le tensioni stanno per degenerare e saremmo sempre più vicini ad un conflitto aperto fra Turchia e Siria, nonostante Ankara non abbia nulla da guadagnare nel provocare la repentina caduta di Assad. Tuttavia il mostrare muscoli e determinazione di Erdogan, con una minaccia che non è però un bluff, potrebbe avere un significato politico più profondo. Quello di essere un efficace messaggio diretto all’entourage del dittatore.

Mentre si teme un’invasione delle forze turche, in mezzo a cannoneggiamenti che, si badi bene, non stanno causando vittime, Erdogan ha infatti tirato fuori dal suo cappello a cilindro di statista di razza una possibile soluzione alla crisi: la proposta di sostituire Assad con il suo vice presidente, il sunnita Farouk Al-Chareh.

di Ferdinando Menconi - nel Quotidiano

I nostri Editori

Noi Nel Mezzo del l'8/10/2012 - ecco il podcast

Romney si prenota un po’ di guerre