Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
La WebRadioNotizie, talk, live, e musica dalla redazione del Ribelle
Fondatore Massimo Fini - Direttore Responsabile Valerio Lo Monaco
  • Home
  • PAGINE ▼
  • Sezioni Sito ▼
  • WebRadio ▼
  • WebTV ▼
  • Mensile ▼
  • Info ▼
  • NEGOZIO
  • Il Ribelle Minuto per Minuto
  • Abbonamenti
  • Accesso Abbonati
  • Ai nostri Lettori
    LETTERE E RISPOSTE
    OPINIONI DEI LETTORI

    lunedì
    nov122012

    Parigi, la Corte dei Conti coi No-Tav: linea inutile e costosa

    «I costi sono aumentati troppo, da 12 a 26 miliardi di euro, e il flusso delle merci è diminuito». E quindi: la linea Tav Torino-Lione non s’ha da fare. A parlare non è il movimento No-Tav della valle di Susa, ma la Corte dei Conti francese. Che ribadisce le osservazioni che centinaia di tecnici dell’università italiana hanno inutilmente rivolto al premier, Mario Monti, e al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Lo schema è invariato: più si dimostra che la grande opera più costosa della storia italiana sarebbe anche la più inutile, oltre che devastante per il debito pubblico, e più i politici insistono nel confermare il via ai progetti esecutivi, in attesa che partano i primi cantieri nella primavera 2013 nonostante la ventennale opposizione degli abitanti dell’area attraversata, che verrebbe letteralmente disintegrata da un’opera faraonica e pericolosa per la salute, data la presenza di amianto e uranio nei monti, nonché il rischio – catastrofico – di tagliare la falda idropotabile che alimenta la stessa città di Torino. 

    Leggi tutto

    PrintView Printer Friendly Version

    EmailEmail Article to Friend

    Reader Comments (1)

    Buongiorno.

    A Torino ci sono dei cartelloni che pubblicizzano il tgv Torino-Lione, 3 tratte al giorno, a partire da 25 euro, partenza da porta Susa, che è in rifacimento, non so se in relazione a questo fatto.

    Il tgv francese non è la tav nostrana? io non me ne intendo, ma, se fosse così, verrebbere da chiedersi a cosa cavolo serve spendere tutti quei miliardi per fare una cosa che c'è già.

    Boh!

    Saluti.

    lunedì, novembre 12, 2012 | Registered CommenterBruno Di Prisco
    Per commentare è necessario essere abbonati
    Per poter commentare devi essere abbonato al giornale. Cosa che puoi fare in alto a destra, al link "abbonamenti".
    comments powered by Disqus