Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Irlanda e aborto, una storia tormentata. Forse al capolinea

Una spinta decisiva in merito sembrerebbe poter venire dalla vicenda di Savita Halappanavar, dentista trentenne, irlandese di origini indiane, deceduta a Galway perché, nonostante denunciasse gli evidenti sintomi di un aborto spontaneo, i medici le hanno negato l’aborto assistito. «Questo è un paese cattolico», le avrebbero detto i medici, a giustificazione della decisione. Conseguenza: Savita è morta poco dopo di setticemia. Un evento la cui notizia ha fatto presto il giro del continente, ponendo l’Irlanda sotto lo sguardo severo di tutta Europa.

di Davide Stasi Per Abbonati

I nostri Editori

Un’Europa c’è

Soldato blu