Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

il sistema sta cercando di aprire una breccia nel Movimento

 Beppe Grillo Gianroberto Casaleggio


 premessa di Paolo Becchi


 L'intervista che ho rilasciato a Paolo Crecchi domenica 2 dicembre 2012 al Secolo xix ( p. 19) la storica testata genovese , corrisponde al mio pensiero e mi sembra rappresenti un modo diverso di rapportarsi della stampa al moVimento. Lungi pero' da me l'idea di voler assumere il ruolo di ideologo di un movimento per sua natura antiideologico , ne' tanto meno di contrappormi a Gianroberto Casaleggio , senza la cui opera il moVimento non avrebbe la forza che ora ha .




di Paolo Crecchi

 Sarà il faccione barbuto di Beppe Grillo a campeggiare nei cartelloni del Movimento Cinque Stelle, nei giorni roventi della prossima campagna elettorale, anche se il Vate di Sant’Ilario non diventerà mai presidente del consiglio. A spiegare perché è Paolo Becchi, professore di filosofia del diritto a Giurisprudenza e intellettuale d’area, si sarebbe detto una volta: «I partiti e i gruppi politici che si candidano a governare», spiega citando l’articolo 14 bis del cosiddetto Porcellum, «depositano il programma elettorale nel quale dichiarano il nome e cognome della persona da loro indicata come capo della forza politica. Non premier, capo: le stesse parole usate da Grillo all’indomani del trionfo siciliano, quando spiegò che la sua figura sarebbe stata quella del garante».

Leggi tutto

I nostri Editori

COSA SI DEVE FARE SE I NOSTRI GOVERNANTI PERDONO LA TESTA ?

Spagna: divampa la protesta sulle pensioni