Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Strategia rischiosa per la Palestina

 

«Sotto i nostri occhi», cronaca di politica internazionale n°19.

sottnsocchidiciannovedi Thierry Meyssan.

L'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha concesso alla Palestina «lo statuto di Stato osservatore non membro» al fine di contribuire «alla soluzione che prevede due Stati, con uno Stato palestinese indipendente, sovrano, democratico, contiguo e stabile che viva in pace e sicurezza a fianco di Israele, sulla base dei confini precedenti al 1967».  La risoluzione è stata adottata con 138 voti a favore, 41 astensioni e 6 voti contrari, tra cui Stati Uniti e Israele.  Questa votazione, seguita da lunghi applausi in sala, è stata celebrata con giubilo nei territori occupati, tanto in Cisgiordania quanto nella Striscia di Gaza. Mentre il primo ministro israeliano e il segretario di Stato USA hanno deplorato questa decisione. Tutto sembra così chiaro e le agenzie di stampa possono evocare una «formidabile vittoria diplomatica per i palestinesi».  Tuttavia, a ben guardare le cose più da vicino, nulla è meno sicuro.

Leggi tutto

I nostri Editori

Palestina, Siria e Iran, le crisi mediorientali si collegano?

Buone pratiche a Capannori: dal co-housing allo sviluppo rurale