Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Siria. 25 morti e 175 feriti, ma non è la “repressione”

Due attentati terroristici hanno squassato Aleppo, l’antichissima città siriana nel nord del Paese, causando almeno 25 morti e 175 feriti. Questa volta non è stata la “repressione” ma i ribelli che, come il regime che accusano, non fanno distinzione fra militari e civili inermi.

L’esercito di “liberazione” ha prima rivendicato l’attacco, poi, resosi conto che si trattava di un’azione che poteva imbarazzare gli interventisti di occidente e di Anatolia, ha ritrattato.

Le uniche dichiarazioni serie sulla crisi siriana continuano a essere quelle della tanto vituperata Russia: “L’occidente che sostiene gli oppositori del regime siriano è complice della crisi”. (red)

I nostri Editori

Birmania: finte aperture democratiche

Siria. Truppe iraniane in arrivo?