Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

UN MONDO SENZA PETROLIO FACILE


DI MICHAEL T. KLARE
Tom Dispatch

Perche il petrolio del XXI secolo distruggerà le banche, e il pianeta

I prezzi del petrolio sono alti come non mai, eccettuati i pochi momenti frenetici precedenti al collasso economico planetario del 2008. Sono molti i fattori diretti che stanno contribuendo a questo incremento dei prezzi, tra cui le minacce dell'Iran di bloccare le spedizioni di petrolio nel Golfo Persico e le sollevazioni nella Nigeria ricca di energia. Alcune di queste pressioni potrebbero allentarsi nei prossimi mesi, fornendo un sollievo momentaneo alle pompe di benzina. Ma la causa principale del rialzo dei prezzi – un passaggio fondamentale nella struttura dell'industria petrolifera - non può essere modificata e per questa ragione i prezzi del petrolio sono destinati a rimanere alti per lungo tempo.

In termini energetici, stiamo entrando in un mondo la cui natura spiacevole non è stata ancora compresa a pieno. Questa trasformazione fondamentale è dovuta alla sparizione del petrolio relativamente accessibile e a basso costo, il "petrolio facile" nel gergo degli analisti del settore; cioè, il tipo di petrolio che ha permesso un'espansione sorprendente della ricchezza globale durante gli ultimi 65 anni e la creazione di innumerevole comunità periferiche basate sull'automobile. Questo petrolio è quasi sparito.

(Leggi tutto)

I nostri Editori

I Moratti vogliono trivellare il Paradiso

Fed, no acquisto debito Paesi difficoltà