Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Siria: la fragile tregua sembra tenere

Nonostante sporadici scontri, in Siria le cose appaiono più calme di quanto previsto: era utopistico, infatti, pensare che non sarebbe stato sparato più un proiettile dopo il cessate il fuoco.

Gli scontri sono limitati a scaramucce fra militari, lealisti e disertori, che si addossano reciprocamente la responsabilità di aver aperto il fuoco per primi, ma la “feroce repressione” sembra terminata. Anche ieri sono state registrate delle vittime, una decina, tuttavia rispetto alle cifre cui eravamo “abituati” l’inversione di tendenza è tangibile: Assad sembra stia mantenendo quanto promesso.

Nonostante le accuse di non aver completamente ritirato le sue truppe, il dittatore, contro ogni previsione degli “Amici della Siria” sta tenendo fede all’impegno preso e potrebbe veramente essere l’inizio di quella pace che può scongiurare il bagno di sangue di una guerra civile.

(red)

I nostri Editori

Piazza Affari cede 3,5% Borse europee in affanno

Tutti sulla stessa barca? No, se è quella di Monti