Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Elezioni farsa in Birmania?

Aung San Suu Kyi, l’eroina della libertà birmana, ha dichiarato che le recenti elezioni nel suo paese non sono state “realmente vere e giuste” e ha denunciato continue irregolarità durante la campagna elettorale.

Il, lungamente incarcerato, nobel per la pace birmano di più non poteva dire, senza timore di tornare in galera, né il suo popolo potrà scendere pacificamente in piazza a denunciare brogli, visto che la sua denuncia non ha ricevuto alcun sostegno dall’altro nobel per la pace, quello fasullo, ovvero Obama, che non può contraddire la politica del suo segretario di stato, che ha sdoganato il regime di Rangoon: una tirannide che fa diventare Assad uno scolaretto della repressione.

San Suu Kyi non dice nulla che non fosse più che evidente agli occhi di chi vuol vedere, così come fa il silenzio di Washington, ma anche ciò non dice nulla: di fronte al silenzio noi non possiamo tacere.

fm

I nostri Editori

Petrolio: in aumento a 103,58 dlr/barile

ORA SI CHE SEMBRATE L' ARGENTINA