Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

G20, BATTIBECCO USA/UE

In Messico salta il confronto con Obama. Ridicola la spiegazione: il protrarsi della cena

Metà teatrino, di quart’ordine, e metà lite da condominio.

La Casa Bianca continua ad atteggiarsi a maestra di management, richiamando i vertici europei a una maggiore efficienza nella gestione della crisi, e gli “scolaretti” insorgono. Barroso, il presidente della Commissione Ue, ricorda che «questa crisi è stata originata in Nord America e molti dei nostri istituti finanziari sono stati contaminati a causa delle non ortodosse pratiche delle strutture finanziare Usa», concludendo con un lapidario «Non siamo venuti qui al G20 a prendere lezioni da nessuno».

Dietro le baruffe di giornata, però, ciò che conta sono i numeri. Quelli degli ulteriori fondi assegnati all’Fmi. A fronte di un totale di 456 miliardi di dollari, la grande Cina della crescita a due cifre ne metterà 43.

L’Italia di Monti e Napolitano, e delle riforme “lacrime e sangue”, la bellezza di 31.

I nostri Editori

Obama-Putin: tregua a G20, prove disgelo su Siria

Grecia: ha votato solo il 62,47%