Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Addio a Bradbury, l’artista che vedeva il futuro

Si è spento ieri a Los Angeles, a 91 anni, lo scrittore americano Ray Bradbury. Era malato da molti anni, fiaccato da un ictus che l’aveva colpito nel 1999 e dalla morte della moglie, ma era rimasto attivo e presente sulla scena culturale internazionale, forte della monumentalità della propria fama e della propria autorevolezza.

Bradbury è l’autore di numerosi romanzi di genere “fantasy”, e tra i suoi titoli più noti e celebrati ci sono “L’uomo illustrato” e “Cronache marziane”. Ma soprattutto il famosissimo “Fahrenheit 451”, il romanzo in cui si racconta di un futuro indefinito, dove i pompieri non spengono gli incendi, ma li accendono, e danno fuoco ai libri, considerati materiale illegale.

Il romanzo racconta il percorso di Guy Montag, di professione appunto “pompiere”, che un giorno decide di buttare un occhio sul materiale che era solito bruciare. Apre le pagine, comincia a leggere. E non smette più.

 

di Davide Stasi

(nel Quotidiano)

I nostri Editori

PIAGNISTEO MONTI

Polizza anti disastri? Forse, e solo se fosse pubblica