Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Hama, un nuovo massacro in Siria

Gli oppositori al regime di Assad hanno denunciato una nuova barbara strage ad Hama, ben 78 vittime, ma la notizia è stata prontamente smentita dai media governativi che hanno accusato i “terroristi” di un attentato che ha causato 9 solo vittime.

Il massacro è stato condannato in maniera unanime a livello internazionale, Russia compresa. Mosca ha colto l’occasione per dichiararsi, ancora una volta, favorevole ad un trapasso dei poteri “alla yemenita”, ritenendo che il continuo rinfocolarsi della violenza sia finalizzato a minare ogni piano di pace o di soluzione negoziale.

Al punto in cui si è giunti ha, per certi versi, sempre meno importanza chi ha ucciso e quante sono le vittime: sarebbe giunta l’ora di un consenso diffuso e determinato a sostegno del piano Annan, ma pare che ormai gli interessi in gioco siano talmente grandi da superare ampiamente quello per il sangue che sta versando il popolo siriano.

(fm)

I nostri Editori

Grandi manovre ipocrite a favore delle Banche

Russia: sì al nucleare civile iraniano