Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Il grande assente: la qualità della vita

Come la sinistra può orientare il dibattito politico e estendere il suo consenso

qualità vita 20120607

di Stefano Bartolini*

La mia tesi in breve è la seguente: il grande assente dalla comunicazione politica della sinistra europea è la qualità della vita. Cavalcare questi temi può consentirle di allargare di molto il suo bacino di consenso.

Mi spiego meglio. In Europa secondo me una maggioranza relativa di cittadini potrebbe convergere su progetti di promozione della qualità della vita. Praticamente in tutti i paesi. Credo che emergeranno nuovi partiti politici su questi temi, probabilmente come risultato della nascita di movimenti. Ci vorrà un bel po’ di tempo.

Vedo più difficile la penetrazione di questi temi nelle formazioni tradizionali della sinistra europea, che avrebbe il vantaggio di accorciare i tempi. Il motivo è culturale. La sinistra tradizionale ha l’imprinting di occuparsi della difesa dei più deboli e lo fa, com’è noto, con varie colorazioni, che vanno dal rosso acceso al rosina pallido pallido. Ma l’imprinting rimane quello e il messaggio ha perso via via di fascino, in una situazione in cui strati sempre più ampi della popolazione si sono convinti di avere qualche privilegio – più o meno piccolo – da difendere. Ultimamente c’è una ripresa di appeal del messaggio della protezione degli svantaggiati a causa della crisi economica che ha ridotto le schiere di coloro che pensano di godere di privilegi. Insomma il recinto della sinistra si è allargato, ma rimane sempre un recinto.

"

(Leggi tutto)

I nostri Editori

Balle su balle e nessuno scrupolo!

L’'EVASIONE ERA UNA RISORSA, NON UN DANNO. E’ L’'EURO LA DEVASTAZIONE