Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

L'Italia vittima di un complotto. Complice Mario Monti?

 Le associazioni massoniche: il trait d'union tra le lobby dell'alta finanza che gestiscono le multinazionali - che hanno in mano l'economia globale - ed i governi del mondo. La rete del potere mondiale. Chi è Mario Monti e a quali poteri risponde. Il golpe italiano, chi c'è dietro e quali sono i loro obiettivi.

EDITORIALE A CURA DI ALESSANDRO RAFFA PER NOCENSURA.COM


Che il nominato premier Mario Monti sia parte integrante dei gruppi di potere che cercano di controllare '- o forse, che controllano - il mondo, lo sappiamo bene. Fa parte dell'Aspen Institute, ha preso parte a diverse riunioni del gruppo Bilderberg, e ha ricoperto addirittura il ruolo di 'Presidente europeo' della Commissione Trilaterale, estensione del super magnate Rockfeller, braccio destro della potentissima famiglia Rothschild, che ha in mano quasi tutte le banche centrali del mondo. Monti ha ricoperto importanti incarichi (è stato'advisor)'per la superbanca d'affari USA Goldman Sachs, definita 'il miglior posto per produrre denaro che il capitalismo globale sia mai riuscito a immaginare' con una capacità d'investimento di 12.000 miliardi di euro all'anno (il debito pubblico che sta mettendo in ginocchio l'Italia ammonta a poco meno di 2.000 mld di euro) e un valore di oltre un trilione, ovvero un miliardo di miliardi. (1.000.000.000.000.000.000)'una banca'Goldman Sachs,'responsabile di aver mandato sul lastrico svariate decine - se non centinaia - di migliaia di famiglie americane e di altre parti del mondo, in particolare nei paesi poveri che più si prestano alle speculazioni, visto che pur di ingrassare il proprio business, i dirigenti Goldman Sachs'non si fanno alcuna remora a speculare sulle carestie, derrate alimentari, sulla povertà della povera gente. Generare profitto: si occupano di questo, all'interno della 'super banca', ben 30.000 dipendenti che percepiscono una media di 700.000 dollari all'anno, che grazie ai 'premi' riconosciuti a chi è stato particolarmente produttivo possono superare - anche di molto - il milione di dollari. I dirigenti di spicco, ovviamente prendono molto di più, anche oltre 10 volte tanto.

Oltre a'Goldman Sachs'ci sono altre banche molto influenti, ..."

 

(Leggi tutto)

I nostri Editori

L’'EVASIONE ERA UNA RISORSA, NON UN DANNO. E’ L’'EURO LA DEVASTAZIONE

Spagna, spunta l'ipotesi di un salvataggio "soft"