Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Sotto sotto, zitto zitto

Re Giorgio


Ecco come, spiegato in punta di sottile diritto, sotto sotto, zitto zitto, Giorgio Napolitano ha cambiato de facto la nostra Costituzione.

di Paolo Becchi, docente di Filosofia del Diritto all'Università di Genova

Il Settennato di “Re Giorgio” – come lo chiamò il New York Times nel dicembre 2010 – sarà ricordato per le silenziose ma profonde modifiche introdotte nella Costituzione, con riferimento alla rideterminazione dei poteri del Presidente della Repubblica. L’ordinamento costituzionale ha lasciato, sin dal 1948, volutamente “aperta” la “pagina” sui poteri del Capo dello Stato (A. Barbera). Approfittando della endemica debolezza delle forze politiche, Napolitano l’ha chiusa.

(Leggi tutto)

I nostri Editori

NOURIEL RUBINI: "2013 SHOCK: BANCHIERI IMPICCATI"

OCSE: DISOCCUPAZIONE ENORME, PERÒ…