Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

AND NOW… THE SPENDING REVIEW

Chi si è deliziato del “successo” di Monti in Europa si goda anche questo: i tagli ai dipendenti pubblici

Suona bene, detto in inglese. O piuttosto in americano, come si conviene all’economia neoliberista e al governo tecnico di Monti & C. che la sta applicando qui da noi.

Spending review. Ovverosia la revisione della spesa pubblica. Con tutte le riduzioni che ne potranno scaturire, in nome dell’obbligo “morale” di pagare i debiti dello Stato e di quello “giuridico”, visto che ormai è sancito dalla Costituzione, di assicurare il pareggio di bilancio.

La versione ufficiale è risaputa: questo ci chiedono “i mercati”, per concederci almeno un po’ della loro sapiente e proficua fiducia, e questo noi dobbiamo fare. Non solo con tempestività e con rigore, ma persino con entusiasmo. Con l’orgoglio di chi non esita a compiere qualunque sacrificio, pur di emendarsi dalle colpe del passato.

Quanto ai lavoratori che verranno cacciati – peraltro sotto la meditata e sofferta supervisione dei sindacati – non se la prendano troppo. Anche se a loro sembrerà di essere delle vittime, in realtà sono più o meno degli eroi.

Immolati sul Fronte del Fiscal compact, nel segno dei valori supremi della Patria. Anzi del Pil.  

I nostri Editori

Afghanistan: Isaf, uccisi 3 soldati Nato

McGuinness e la Regina: la stretta di mano di un traditore?