Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Mutui in crisi negli Usa: si comprende ora la mossa della Fed?

Appare sempre più chiaro come in realtà la mossa di Bernanke di qualche giorno addietro sia stata fatta, in realtà, per cercare di rigonfiare la bolla per antonomasia del mercato USA: quella immobiliare. Ne abbiamo riportato qui.

Il dato odierno riguarda infatti proprio tale settore: i prestiti erogati per l'acquisto delle abitazioni sono ai minimi da 16 anni. Nel 2011 i prestiti ipotecari erogati nel 2011 sono stati 7,1 milioni, il 10% in meno rispetto all'anno precedente: è il livello più basso dal 1995. I mutui per l'acquisto di case sono scesi del 5% mentre i rifinanziamenti sono calati del 13% nonostante i tassi sui finanziamenti a 30 anni siano scesi al 4%.

A pesare è la fine degli incentivi per l'acquisto della prima casa, che hanno drogato il mercato nel 2010.

Con la mossa della Fed, appunto, il tentativo è esattamente quello di cercare di far rialzare la testa a un mercato fasullo e strutturalmente in crisi.

I nostri Editori

La rabbia contro gli USA monta ben oltre il mondo arabo

VERO: DOPO MONTI VA BENISSIMO RENZI