Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

CHE RIVELAZIONE, FRAU MERKEL!

La Cancelliera apre gli occhi, o batte le ciglia, e accusa i mercati di «non essere al servizio del popolo»

Roba da far impallidire il Veltroni del “ma anche”.

Angela Merkel, alla guida del governo tedesco da ben sette anni e quindi personaggio di primissimo piano della Ue, se ne esce con alcune dichiarazioni che starebbero bene in bocca a qualcuno che non avesse nulla a che spartire con il modello liberista occidentale. Secondo quanto riportato dall’Agi, le frasi suonano all’incirca così.

La prima: i mercati non sono al servizio del popolo.

La seconda: non bisogna consentire ai mercati di distruggere i frutti del lavoro della gente.

La terza: i governi non devono dipendere dai mercati a causa del loro debito eccessivo.

Ammesso che il tutto non venga sollecitamente smentito nelle prossime ore, appellandosi al classico alibi delle citazioni “decontestualizzate” o comunque fraintese, si tratta di frasi inaccettabili. Non già in se stesse, evidentemente, ma per il pulpito da cui provengono.

Temi così delicati, e così drammatici nelle loro ricadute sulla vita di molti milioni di cittadini, non possono essere trattati con annotazioni estemporanee, che esibiscono un approccio etico ma che non incidono affatto sulle scelte concrete. Che cosa vuole farci credere, la Merkel? Che si è finalmente resa conto che le mire speculative dei mercati sono in antitesi con gli interessi degli Stati e dei popoli? Che alla fine, e di colpo, ha compreso come l’Occidente abbia sbagliato tutto, nel consegnarsi anima e corpo all’economia finanziaria?

Figurarsi. Le sue sono frasi occasionali, e infatti sono state pronunciate nel corso di un’iniziativa della Csu, che è una variante bavarese della Cdu. Ossia dello stesso partito in cui opera la Merkel, e di cui condivide il richiamo esplicito – sul piano verbale – al Cristianesimo.

Come da copione, quindi, ogni tanto bisogna anche ricordarsi che nell’assetto odierno dell’economia ci sono alcuni “dettagli” che non hanno nulla a che spartire con l’amore universale, o con la semplice benevolenza nei confronti del prossimo. Ogni tanto, in quel durissimo mestiere che è la politica, bisogna mostrarsi attenti anche alla sfera morale, se non addirittura religiosa.

Mostrarsi, appunto.

(fz)

I nostri Editori

Auto: agosto a – 20%, in Italia

Gli impieghi alternativi degli F35