Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Libia. Cosa rivelerà l’ex capo dei Servizi?

Con l’estradizione di Abdullah Senussi, appena consegnato alla Libia dopo sei mesi di reclusione in Mauritania, il nuovo regime si appresta a processare il vecchio.

Il procedimento contro l’ex capo dei servizi segreti di Gheddafi presenterà dei risvolti molto più interessanti rispetto al regolamento di conti con la famiglia del deposto dittatore, essendo parecchi gli scomodi segreti che potrebbero emergere quando il processo si terrà, se si terrà.

L’esperienza insegna che in questi casi difficilmente l’imputato giunge vivo alla sentenza, anche quando viene consegnato al Tribunale Penale Internazionale de L’Aia, cosa che le autorità tripoline non sembrano per nulla intenzionate a fare. La sorte di Senussi è segnata, ma sarebbe importante che avvenisse tramite un pubblico dibattimento: verrebbero svelate molte connivenze, non solo quelle che l’Occidente ora nega anche contro l’evidenza, ma anche quelle di molti che per rivoltarsi hanno atteso il momento più favorevole ed ora sono al potere.

I nostri Editori

Siria. Assad apre alla Croce Rossa

La Grecia inizia la svendita di se stessa