Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Datagate: Francia, Germania, Italia...

Dei “guardoni” dell’Nsa si è accorta anche l’Europa. Non è una levata di scudi, non sia mai, ma pare che a Bruxelles in queste ore siano sempre di più a parlare di una «fiducia compromessa» con Washington. Che i leader europei pensassero che i loro Paesi fossero rimasti immuni dalle attenzioni delle barbe finte cibernetiche nordamericane è impossibile a credersi, ma certo la notizia che anche il telefono cellulare di Angela Merkel sarebbe stato sotto controllo fa vedere l’invadenza Usa in modo diverso.

Cioè: le vittime delle intercettazioni non sono solo i comuni cittadini, qui si parla della gran capa d’Europa, che chissà cosa si è detta al telefono con lo stesso Obama e con altri leader europei. Dalle nostre parti invece si continua a tenere il solito basso profilo, Letta ha avuto da Kerry non si bene quali rassicurazioni, i due hanno «brevemente» affrontato la questione, hanno fatto sapere font presenti al colloquio di mercoledì a Roma. Intanto Gleen Greenwald, il giornalista americano che ha raccolto le rivelazioni di Edward Snowden ha dichiarato a l’Espresso che «la Nsa porta avanti molte attività spionistiche anche sui governi europei, incluso quello italiano».

Piccole spiate tra amici.

a.l.

 


I nostri Editori

Podcast La Controra del 24/10/2013

Debito Italia: pronti per un commissariamento