Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Sudafrica contro Usa: Non siamo terroristi

Ce l’hanno tutti contro gli Stati Uniti: dall’Europa all’Africa, dalla Germania al Sudafrica. Chi per un motivo e chi per un altro; tutti esprimono indignazione. Se le vicende di  spionaggio ai danni della Merkel sono note all’opinione pubblica mondiale, quelle che riguardano i dirigenti dell’African National Congress (Anc) un po’ meno.

Quest’ultimi non hanno mandato giù che Tokyo Sexwale, un compagno di lotta di Nelson Mandela, sia stato fermato dal servizio immigrazione dell’ aeroporto di New York  John Fitzgerald Kennedy perché nella lista dei “terroristi”.

Secondo il quotidiano sudafricano The Times, gli ufficiali del servizio immigrazione l’ hanno accusato di rappresentare  «una minaccia per la sicurezza» degli Stati Uniti.

Sexwale, che è stato rilasciato dopo qualche ora, ha già detto che presenterà un esposto all’ambasciatore nordamericano a Pretoria. Mentre l’Anc e il governo sudafricano hanno invitato il governo Usa a risolvere «al più presto» il problema dei dirigenti della lotta contro l’apartheid sulla lista nera nordamericana.

Fino al 2008 tra i sospettati che rischiavano l’espulsione dal territorio statunitense o l’arresto c’era anche Nelson Mandela…

I nostri Editori

Egitto. Arrestato El Arian, leader Fratelli Musulmani

Podcast C'è qualcuno lì fuori? del 29/10/2013