Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

WebRadio: ripartiamo?

Accade raramente, ma qualche volta accade, che vi sia una unione d’intenti, di sentire comune e di volontà tanto grande dal tentare l’avventura, per difficile che sia.

Parliamo di Raz24, la “nostra” WebRadio collegata a questo progetto. Giorni addietro siamo stati obbligati a sospendere le trasmissioni (qui tutti i dettagli). Ma voi vi siete mossi, dopo la delusione (qui). Del tutto autonomamente. Come dire: la comunità dei lettori del Ribelle c’è, e non è affatto virtuale, in barba a tutti quanti si ostinano ancora a dire che nulla può funzionare.

Allora, sinteticamente: alcuni di voi hanno promosso addirittura un gruppo di discussione. “Amici di Raz”, e hanno iniziato a riflettere, e a muoversi!, per trovare una soluzione in grado di far ripartire la WebRadio. Il tutto con dei criteri esattamente coincidenti a quelli di questa redazione. Altro buono, buonissimo segno. E poi, ancora, capendo immediatamente il punto e la necessità di darsi da fare.

Se due indizi non fanno una prova, certamente tre non possono essere lasciati passare inosservati.

Dunque ci riproviamo. Appoggiamo la cosa e ovviamente la sosteniamo e la sosterremo in tutto e per tutto, perché, come del resto abbiamo detto ripetutamente, siamo ancora convinti che quel mezzo, la WebRadio, sia una estensione fondamentale per tutto il progetto del Ribelle, e ci è dispiaciuto da morire essere costretti a interrompere i programmi.

Passiamo all’azione, dunque. Dobbiamo necessariamente trovare i fondi e i metodi che permettano di sostenere il tutto. E dobbiamo avere due elementi saldamente acquisiti prima di poter ripartire.

Il primo: riuscire ad accumulare una base economica sufficiente per poter garantire almeno 6 mesi di trasmissioni (vogliamo dire fino alla prossima estate?). Il secondo: dobbiamo trovare un sistema che ci possa consentire quantomeno di scommettere, con qualche probabilità di vittoria, sulla persistenza del progetto, e dunque delle soluzioni che abbiano almeno delle possibilità, se non proprio delle certezze, di funzionare a lungo termine

Ma innanzitutto: non inviate denaro. Non adesso.

Partecipate intanto a questo sondaggio qui sotto, che racchiude del resto buona parte delle proposte che alcuni di voi hanno fatto da immediatamente dopo la sospensione delle trasmissioni sino a ora.

Poi vedremo quali sono i risultati, almeno a livello di interesse e intenti, e se ci saranno le basi non esiteremo un secondo e riapriremo i microfoni. Decidendo insieme come farlo, cioè cosa inserire all’interno della programmazione.

Insomma: un passo alla volta, ma rapidamente, che non vediamo l’ora di ricominciare e di farlo ancora meglio di prima. Intanto, ecco il il sondaggio (qui sotto, sono solo 5 domande). 

Grazie!

La Redazione

QUI GLI AGGIORNAMENTI

I nostri Editori

Strage di Prato. Ben oltre le vittime

"Sic transit gloria mundi" se vale per Gheddafi vale anche per il Cavaliere