Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Bugie e comunicazione

Schermata 2013-03-22 alle 10.25.43


Il meccanismo comunicativo è noto. Si dice una bugia, grande o piccola che sia, e su quella si basa tutto il resto. Visto che il Movimento 5 Stelle è stato il partito più votato allora deve governare. Come tutta la stampa si ostina a scrivere la bugia di Grillo è certificata dai numeri del Viminale (alla Camera il M5S ha ottenuto 8.784.499 voti mentre il PD ne ha messi assieme 8.932.523, al Senato la conta è inutile visto che il distacco è di oltre 1 milioni di voti). Dove risiede la logica di un simile comportamento? Nella constatazione che la maggioranza dei propri elettori non inciderà la scorza della notizia. O si fiderà dei propri riferimenti ideologici (Grillo non dice bugie e la stampa è cattiva), o, assai più spesso, non incrocierà l’informazione perché altrove affaccendato. Si tratta di un castello comunicativo per nulla inedito che, in teoria, ai tempi di Internet dovrebbe mostrare tutta la sua formidabile fragilità. È ancora una volta interessante notare che forse non è così.

Leggi tutto

I nostri Editori

Bersani, Fini, e gli altri: i funzionari del sistema

Marò: anche la politica estera è inutile, conta solo l'obbedienza economica