Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Qualche nota sul governo Napolitano-Berlusconi-Monti-Letta

napoberludi Aldo Giannuli - aldogiannuli.it.

E’ consuetudine chiamare il governo con il nome del Presidente del Consiglio, ma, nella prima Repubblica spesso si faceva seguire a quello il nome del principale alleato, per esprimere la formula di maggioranza. Ad esempio, il secondo governo Andreotti fu definito Andreotti-Malagodi-Tanassi (ma più spesso “Andreotti-Malagodi”) per dire che la formula era Dc-Pli-Psdi, oppure i primi governi di centro sinistra furono chiamati Moro-Nenni e poi Rumor-De Martino per dire che la formula base era l’alleanza Dc-Psi, cui concorrevano in posizione minore Psdi e Pri.

Poi nella seconda repubblica la cosa fu meno chiara, perché in teoria si trattava di governi “omogenei” e dopo il primo governo “Berlusconi, Bossi, Fini” in genere si è usato il solo nome del Presidente del Consiglio seguito dall’eventuale ordinale per dire se si trattava del primo, secondo o terzo governo presieduto da quell’esponente.

Ma questo che ha appena giurato come dobbiamo chiamarlo?

Leggi tutto

I nostri Editori

Sul mercato del lavoro Letta dichiara il falso

LUSSEMBURGO NON E’LA PROSSIMA CIPRO, NON ANCORA, MA ....