Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

E ora Erdogan vieta anche l'alcol

La sobrietà del nostro povero Monti è nulla rispetto a quella che Erdogan vuole imporre ai turchi: in nome del profeta, dando l’ennesimo colpo alla laicità dello stato, il premier ha voluto una legge secca che vieta, fra l'altro, consumo e vendita di alcol in un raggio di 100 metri attorno a scuole e luoghi di culto abramitici, moschee, sinagoghe o chiese che siano.

Il premier è andato anche oltre nelle sue dichiarazioni, arrivando a dire, nel suo bigottismo, «Se volete bere alcol, prendetelo e bevetevelo a casa vostra!'». Ma per alcuni dei suoi strenui sostenitori, quelli che rifiutano di vedere che sia in atto una islamizzazione del paese, o che vogliono non sia vista, magari va interpretato come un segno di laicità: nei paesi veramente islamici l’alcol non lo si può bere neppure a casa propria.

Come si può ancora sostenere che in Turchia non sia in atto uno smantellamento dello stato laico, quello che un tempo guardava all’Europa e poteva anche aver titolo a chiedere di entrarvi (ma senza Giannizzeri)? Questo dato all’alcol è un colpo di alto valore simbolico, solo il maiale è, infatti, altrettanto inviso al buon musulmano.

Un simbolo che non dovrebbe lasciare indifferenti noi europei, almeno quelli amanti delle Tradizioni, visto che l’alcol, ancor più del maiale, è una di quelle portanti, anche sotto il profilo religioso, sin dai tempi di Dioniso. Ma senza scomodare gli Dei, come si conviene in uno Stato laico, ci basti pensare ad una Toscana senza Chianti e Cinta Senese, anche se questo ci rimanda di nuovo all’invocazione rinascimentale delle divinità tradizionali: il Bacco e Arianna del chi vuole esser lieto sia di uno che fu molto più Magnifico di tutti i Solimano. 

E pensare che il fondatore della Turchia moderna, Kemal Ataturk, morì di cirrosi epatica.

 

Link alla carta dei divieti nei quartieri della movida di Istanbul, qui

I nostri Editori

Se l'M5S cade nel tranello...

SE BEPPE GRILLO FOSSE MARIO MONTI: ECCO DOVE VA IL M5S E COSA VUOLE DA NOI