Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Nasce la “Generazione 300 euro”

La Generazione 1000 euro è ormai solo un lontano ricordo. Ciò che non più tardi del 2006 (data di uscita di questo fortunato libretto concepito originariamente on-line nel 2005 da Antonio Incorvaia e Alessandro Rimassa) era considerato già un punto di arrivo peraltro difficilmente raggiungibile, rappresenta oggi un vero e proprio miraggio. E siamo a quasi un decennio dai fatti. Incorvaia e Rimassa nel frattempo sono passati dai 30 ai 40 anni, e le cronache relative al mondo del lavoro, ancora prima del prossimo - annunciato - intervento di Renzi (per quanto attiene all’Italia), ci parlano di una situazione da rivedere drasticamente al ribasso.

Ben oltre, o meglio, ben più al ribasso rispetto ai mini-jobs tedeschi, è la realtà della Grecia che deve farci riflettere. Lì, la situazione lavorativa è la diretta conseguenza delle richieste fatte a suo tempo dalla Troika e perpetrate sino ai giorni nostri. 

Una recentissima inchiesta condotta dall’istituto del lavoro del principale sindacato greco GSEE parla chiarissimo: i salari greci, per chi ne ha, sono crollati proprio attraverso i cosiddetti “contratti di lavoro flessibile” tanto cari anche dalle nostre parti.

Lì, “i lavori di contratti flessibile" sono considerati i contratti part-time, la riduzione degli orari di lavoro e i cosiddetti lavori in rotazione. E l’altissimo tasso di disoccupazione sta forzando sempre di più i lavoratori soprattutto del settore privato ad accettare tali condizioni. 

Il che ha determinato la vera e propria nascita di una nuova generazione, quella da 300 euro.

Un lavoratore su tre nel settore privato guadagna un salario da 440 euro lordi, ovvero, appunto, 300 euro netti al mese. Con occupazione saltuaria, a rotazione, e senza alcuna garanzia, al bene ribadirlo.

Ora, quando anche da noi si sente parlare dei buoni effetti che avrebbe il varo del Job Act di Renzi, varrebbe la pena prendere in considerazione a cosa sta portando negli altri Paesi, e in particolare modo proprio in Grecia, dove il laboratorio a cielo aperto è in corso permanente.

(vlm)

I nostri Editori

Via l’articolo 18: e la chiamano equità

Altro che 1000 giorni. Renzi con le ore contate?