Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Le nostre "vacanze" entusiasmanti. Appuntamento a settembre!

La redazione de Il Ribelle non va in vacanza. Non del tutto, almeno. Sospendiamo le pubblicazioni, da oggi, ma desideriamo informare tutti i lettori che mai come in questo agosto stiamo lavorando tanto e con tanto entusiasmo. Perché c'è una - grossa - novità che vogliamo condividere con tutti quanti ci seguono dal 2008. E vogliamo farlo proprio oggi, con diverse settimane di anticipo:

questo progetto editoriale è in procinto di compiere una svolta decisiva. Dove il termine decisiva è letteralmente quello più adatto.

Molto sinteticamente: c'è una grande probabilità che presto potremo finalmente fare il media che abbiamo sempre sognato. Sognato assieme a tutti voi, in tutti questi anni in cui, pur dando tutto noi stessi, e beneficiando dei vostri contributi, non siamo mai riusciti però a realizzare per mancanze di risorse.

Ecco, quelle risorse ci sono state offerte da un editore. Un editore vero, per intenderci, cioè non legato ad altre logiche (o mosso da esse) che non siano quelle che una impresa editoriale dovrebbe avere, cioè permettere la nascita e la vita di un prodotto di comunicazione libero e autonomo. E rivoluzionario. Rivoluzionario, sì, perché oggi far nascere un nuovo giornale che non sia sul serio nuovo, e differente, avrebbe veramente poco senso.

E invece è quello che faremo. Che stiamo già facendo dietro le quinte. Dal punto di vista dei contenuti, del linguaggio, della tecnologia, della meta-comunicazione.

Insomma a quanto pare tutto il lavoro svolto in questi anni non è stato affatto inutile. Che non lo fosse per noi stessi e per tutti i lettori e i sostenitori che ci hanno permesso di esistere sino a ora, malgrado le grandi difficoltà del nostro settore, è cosa della quale già eravamo convinti. Ma che oggi, dopo una serie di anni orribili dal punto di vista dell'occupazione, e del settore giornalistico in particolare - e figuriamoci per quello delle realtà non allineate e non mainstream come la nostra - saremmo stati nelle condizioni di valutare una proposta che ha del miracoloso è cosa che non potevamo immaginare neanche nei nostri sogni più reconditi.

Invece è accaduto. Con una logica tanto lineare quanto comprensibile: per fare un giornale libero e dal cristallino intento e impianto teorico e culturale con il quale realizzarlo, molto semplicemente, questo editore ha "chiamato" chi aveva già dato ampia prova di autonomia e capacità per tanti anni. Cioè la redazione e le firme che conoscete da tempo su queste pagine.

In queste settimane stiamo portando avanti e ultimando gli ultimi dettagli burocratici. Ma soprattutto stiamo già lavorando al tutto, dal punto di vista tecnico, dal punto di vista editoriale, dal punto di vista giornalistico.

Godetevi il riposo e l'ozio estivo, e rimanete sintonizzati. E quando diciamo "sintonizzati" lo diciamo proprio dal punto di vista letterale...

A prestissimo,

Valerio Lo Monaco e la redazione del Ribelle tutta

I nostri Editori

Ribelle 71 - Luglio 2015

Per un'altra Europa. Confederale