All tagged Cina

Mentre il turbamento per il massacro di Parigi suggerisce appelli all’unità contro il terrorismo, la Russia è sottoposta a un attacco concentrico e multiforme, apparentemente analogo a quello che subì l’URSS negli anni Ottanta e che ebbe pieno successo portando alla sua dissoluzione.

Allora una manovra congiunta fra USA e Arabia Saudita fece precipitare il prezzo di gas e petrolio, togliendo all’URSS la sua più importante risorsa finanziaria.

Della Cina si parla per commentare con un misto di compiacimento e di preoccupazione il calo della produzione, che in realtà è soltanto un calo delle percentuali di incremento del PIL, cosa ben diversa. Compiacimento perché si tratta pur sempre di un concorrente e di un residuo del comunismo novecentesco. Preoccupazione perché un cedimento dell’economia cinese avrebbe ripercussioni immediate in tutto il mondo.

Meno attenzione si dedica ad altri fatti che invece meritano considerazione.

L'oro sembra aver perso la sua natura di bene rifugio. Più per gli investitori istituzionali che per le famiglie. I prezzi hanno toccato il livello più basso degli ultimi cinque anni, sotto i 1.100 dollari per oncia (un'oncia Troy è pari a 31,1035 grammi).

Una conseguenza sia della rivalutazione del dollaro, per cui gli acquisti in questa fase sono più onerosi, sia della diminuzione delle riserve della Banca centrale della Cina che negli ultimi anni ne aveva fatto incetta, seguita a ruota dall'India. Non a caso due economie contrassegnate da un'impetuosa crescita economica che, a causa dell'indebitamento che ne era stato la premessa, aveva reso necessario l'accumulo di riserve auree a titolo di garanzia.