All tagged Sindacati

Gli industriali promuovono e criticano allo stesso tempo le manovre economiche del governo. All'assemblea annuale di Confindustria, tenuta a Milano per onorare l'Expo in corso, Giorgio Squinzi ha spiegato che le imprese non hanno richieste specifiche da fare al governo e non intendono lamentarsi ma ha invitato Renzi a non perdere la determinazione finora dimostrata. Quel decisionismo che mancò a Berlusconi, ma questo Squinzi non lo ha detto, e che rappresenta l'approccio necessario per cambiare l'Italia ed avviare la ripresa economica.

Subito dopo, il presidente degli industriali ha messo però sotto accusa le recenti norme in materia ambientale come punitive per le imprese.

Alla fine la montagna ha partorito il classico topolino. Dove la montagna sono le banche e il topolino è il nuovo contratto nazionale di categoria. Ci sono voluti un anno e mezzo di tempo e due scioperi nazionali per convincere le banche a concedere un aumento (85 euro) che, scaglionato sui prossimi tre anni, servirà appena a recuperare il tasso di inflazione. In ogni caso, l'ipotesi di accordo, sottoscritta dai sindacati, dovrà essere approvata entro il 15 giugno dai lavoratori (sono circa 300 mila) che ne saranno i beneficiari.

Una consultazione necessaria e che la dice lunga sulla crisi di rappresentanza dei sindacati tradizionali

Coincidenza è dire troppo, ma il parallelo è interessante: negli USA il Senato concede al governo federale i fondi necessari a continuare a operare in deficit, così da proseguire l’attività fino a settembre 2015, e l’approvazione del provvedimento arriva con un voto bipartisan che associa – o mescola – Democratici e Repubblicani; qui in Italia l’assemblea Pd si svolge all’insegna dell’ennesima baruffa scatenata dalla minoranza che contesta Renzi, accusandolo sia per le sue politiche economiche che per l’arroganza con cui le persegue, ma alla fine le tensioni non portano a nessuna rottura definitiva e l’eventuale scissione non è neanche ventilata dai dissidenti.

Detto alla statunitense, “Follow the money”.