Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Il grido di un cancelliere

Spettabile Redazione, sono un cancelliere B3 (senza alcuna tessera sindacale) in servizio presso il Tribunale di Milano e vorrei ancora una volta sottolineare come è proprio grazie all'operato del personale amministrativo che molto del lavoro dei giudici viene smaltito. E' un aspetto rilevante della nostra professione che si tenta di svilire con continui e pesanti attacchi quotidiani alla nostra dignità sui media che si concentrano invece sempre sulla vecchia questione del fannullone o non fannullone. La nostra produttività è senza ombra di dubbio uno dei fiori all'occhiello di questa pubblica amministrazione tanto vituperata, tanto è vero che la recente ispezione ministeriale sottolinea che nonostante il calo del personale avvenuto negli ultimi anni, a dir poco drammatico, i numeri dei procedimenti penali che si riescono a definire, nonostante le complicazioni burocratiche, è enorme.
Non si puo' quindi obiettare alcuna lentezza nel nostro lavoro, anzi sarebbero da sottolineare le enormi difficolta' in cui siamo costretti ad operare ogni giorno. Persiono superfluo pare citare la cronica mancanza di mezzi, l'insalubrita' dei locali, la privacy non rispettata, la legge sulla sicurezza, e infiniti altri problemi che conosciamo tutti. La nostra disponibilita' è sempre stata enorme. Lavoriamo talvolta anche di sabato e di domenica quando siamo di turno. Non ci vengono pagati gli straordinari. Non ci viene riconosciuto nemmeno uno scatto di anzianita' dopo anni di onorato servizio. Siamo quasi tutti laureati e ci viene negata quella riqualificazione professionale del personale che in altri Ministeri è gia' avvenuta negli anni passati. In futuro grazie al blocco del turn-over saremo sempre di meno e chiamati a lavorare di piu', con stipendi, diciamo la verita', che sono inferiori persino a quelli di un operaio. Altro che media europea, qui siamo a livello di Albania: 1300 euro al mese, pubblicate pure la mia busta paga se volete, non ho vergogna. Certo è facile fare servizi tv sui dipendenti pubblici, vestiti male, montati ad hoc per screditarli, piu difficile invece fare vedere in che condizioni realmente lavorano. come, quando. Se siamo vestiti male non è perche amiamo il brutto, è che non abbiamo i soldi per vestirci bene come il nostro lavoro richiederebbe..Perche' noi siamo considerati dalla gente "parassiti dello Stato" ed invece un avvocato che difende un imputato ammesso al gratuito patrocinio a spese dello Stato gode invece di una notevole considerazione sociale??? io penso che sia necessario recuperare un po' di serenità e di equilibrio intellettuale quando si affrontano questi temi che ci possa consentire di vedere le cose cosi' come davvero stanno. Ognuno svolge una funzione utile in questa società, la contrapposizione degli uni contro gli altri non serve a nessuno, anzi assomiglia piu' ad una guerra tra poveri a dire il vero. Perche' una professione come quella del "cancelliere" considerata un tempo come utile e dignitosa viene ora percepita dalla gente come superflua? Bisognerebbe riflettere su quello che sta attualmente succedendo in questo paese. Questa situazione che ci umilia quotidianamente e getta discredito nei nostri confronti non ci permette di svolgere piu' il nostro dovere serenamente. Ci sentiamo come in trincea. Perche siamo noi che tutti i giorni siamo costretti a subire i malumori dei cittadini in prima persona. Lo chiamano Front office adesso farsi mandare a quel paese da cittadini esausti perche' sbattuti da un ufficio all'altro, perche sfiniti dalle lungaggini, ecc
Ebbene se di questo si tratta noi siamo disposti anche a fare "front office", purche non succeda mai nulla di irreparabile. Perche si sa, se sbagliamo possiamo causare danni anche pesanti, ma sempre purche ci venga riconosciuto quel minimo ruolo di dignità professionale .
Le ricette per fare funzionare la Giustizia meglio ci sono e siamo pronti a fornirle da subito perche' solo noi conosciamo cosi bene le questioni piu pratiche dell'applicazione di certe norme giuridiche, ma evidentemente non si vogliono spendere abbastanza risorse per la nostra categoria, anche solo per la formazione professionale e l'aggiornamento tecnologico. 
Pertanto personalmente mi sento di respingere vivamente la bollatura di "fannullone" e anzi rivendico con orgoglio il ruolo piu' appropriato di lavoratore che svolge un servizio pubblico essenziale perche' ha a che fare con un diritto fondamentale del cittadino che è quello della Giustizia.


Paolo, un lavoratore pubblico offeso nella sua dignità
Cordiali Saluti

p.s. vi lascio questo mio messaggio perche voi lo pubblichiate, come il messaggio nella bottiglia che potrebbe lanciare un naufrago. Aiutateci a fare conoscere la nostra condizione . grazie

 

Fatto,

red

Votiamo con le preferenze

Non mi deludete, per favore