Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Tangentopoli fiorentina

Quello che emerge dalle intercettazioni della Tangentopoli fiorentina, conferma il panorama devastante, vomitevole, che abbiamo già conosciuto a Genova. Il blocco di potere degli uomini di quella che fu la sinistra della "questione morale" non sono altro che uomini di potere ed affari... loro, dei loro amici e degli amici degli amici. Anche a Firenze, la commistione di interessi devasta il bene comune, facendosi beffa dei bisogni e della fiducia dei cittadini che credevano che ancora esistessero "differenze". Una corruzione e una razzia delle risorse (e del territorio) pubbiche che sembra non trovare ostacoli se non nell'azione della magistratura e di qualche elemento "destabilizzante" che non vuole cedere all'acquiescienza dilagante nel Paese... con protagonisti sempre più spegiudicati, spudorati... quasi certi di impunità. Il craxismo dopo Craxi, è più capillare e trasversale del craxismo con Craxi. Ed anche a Firenze troviamo - nelle intercettazioni - il buon giornalista di Repubblica e il Direttore della Nazione a braccetto con l'uomo del partito (democratico)... come già accaduto nelle intercettazioni sulla vicenda raccomandazioni e asservimento collegata all'inchiesta sul Fronte del Porto di Genova. Coincidenze? Casi? No, la normalità di un sistema di potere che ha anestetizzato i cittadini, che via via ha svuotato le sedi di controllo, che ha saputo destrutturare e indebolire ogni rete di controllo di legalità, annientando trasparenza e correttezza della gestione della cosa pubblica, considerandola come puramente cosa propria, da gestire a piacimento e vantaggio privato. Anche le "parate" delle "primarie" si comprende ora essere solo uno dei tanti specchietti  per le allodole, usati perché tutto cambi senza che nulla cambi, abusando ancora della speranza e della buona fede dei cittadini. Ecco, quindi che per meglio capire, questa nuova Tangentopoli apriamo uno speciale con il materiale utile ad approfondire, capire, riflettere e agire... 

Giuseppe Mariani

Su Milošević

Sui magistrati