Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Fine della crisi e previsioni della Fed...

Buona sera direttore Lo Monaco,

ho letto che il Governatore della Fed ha pronosticato il termine della crisi ecoomica in Usa per fine anno (2009) e la ripresa a partire dal primo trimestre 2010. Le chiedo allora siamo stati dei catastrofisti ( mi ci metto anch'io perché in proposito nutro seri dubbi) a prevedere una crisi lunga e strutturale che doveva cambiare il nostro stile di vita, e per nostro intendo di noi occidentali, americani certamente compresi dato che sono quelli che consumano più di tutti sul pianeta. Siamo quindi dei"profeti di sventura"? Cosa ne pensa? O forse è solo troppo ottimismo? O addirittura le parole del Governatore sono state mal riportate dai giornali?

A presto,

Maura Del Torrione

 

A Roma c'è un detto illuminante che trova utilità anche in questo caso: "si può chiedere all'oste se il vino è buono?"

Fuor di metafora: che titolo ha, la Fed - che ha praticamente sbagliato tutte le previsioni così come tutte le banche, gli istituti di rating e le banche di affari - nel ritenere (e tentare di farci credere) la data esatta del momento della fine della crisi?

Ancora, e la risposta dovrebbe venire da ognuno di noi: cosa altro potrebbe dire? Se dicesse "ci stiamo schiantando e non ci sarà ripresa", cosa accadrebbe?

a presto,

vlm

 

Ulster, una faccenda complessa

"Disagio della civiltà"