Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Sull'articolo "Mamma mia, c'è il rischio terrorismo"

D

"Hanno il mandato di imporre l’ordine inappellabile del denaro e la supremazia inattaccabile delle minoranze che lo possiedono in misura esorbitante. Vanno dritti per la loro strada, convinti di essere talmente abili da riuscire ad accreditarsi come custodi della pubblica moralità, magari con tanto di sigillo metafisico come nel caso del “cattolico” Sacconi.

Il tempo ci dirà se la loro certezza di restare impunti, e persino indisturbati, sia davvero fondata".

Nel tempo, un tempo lungo, perché nell'immediato e nel breve tempo non vi è fondato motivo che ciò possa accadere, questa gente non rimarrà impunita. 
La loro tracotanza li distruggerà. Forse, anzi certamente, non saranno condannati da un tribunale, ma dovranno rifugiare all'estero così come è toccato ai traditori del popolo in altri paesi, e non molto tempo fa.
Non sto dicendo che mi auguro questo, ma solo che presa una certa strada se ne deve accettare anche la destinazione.
Quando si arriverà a non avere più niente da mettere nel piatto, allora la gente si sveglierà;. e a quel punto potrà accadere di tutto. Vedi Argentina.

Elia Menta

R

La chiave di volta - credo - è proprio nella consapevolezza che c'è un tradimento del popolo da parte di chi dovrebbe guidarlo. Ma perché questa consapevolezza emerga, e diventi risolutiva, dovrebbe essere preceduta da un altro tipo di chiarimento: quello che riguarda i fondamenti stessi dell’organizzazione sociale. Non è solo un problema di obiettivi materiali da raggiungere e di strategie da seguire per provare a riuscirci. Il cardine è il significato della vita umana, individuale e associata. Il suo senso profondo. Il modo in cui risuona, armoniosamente o meno, nell’animo di ogni membro della stessa comunità, e nella comunità nel suo insieme. È la celebre distinzione – celebrata però solo a chiacchiere – tra l’avere e l’essere. 
Purtroppo, ancora adesso, la grande maggioranza della popolazione non si è affatto affrancata dall’inganno fondamentale su cui si basa il modello liberista: l’idea che la crescita economica possa essere illimitata, grazie alle nuove tecnologie e alle dinamiche finanziarie, e che il benessere interiore aumenti di pari passo all’ottenimento di un maggiore reddito e di una più consistente capacità di spesa e di consumo.
Il vero problema non è nemmeno nell’enorme sperequazione con cui la ricchezza viene distribuita, concentrandosi nelle mani di una minoranza pari o inferiore al dieci per cento. L’aspetto essenziale è che è sbagliata “questa” idea di ricchezza, che ruota intorno al denaro e al potere che gli viene riconosciuto. Viceversa, nel momento in cui molti di noi comprenderanno che la bellezza e l’intensità delle nostre vite risiede altrove, il tradimento di cui dicevamo risalterà in tutta la sua ributtante disumanità. E per chi si ostina a perseguirlo non ci sarà scampo.

fz

Cambiamento antropologico degli italiani?

I punti mancanti del programma di Grillo