Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Oltre la propaganda: oggi in trasmissione

Come è possibile andare oltre la propaganda - che di questo si tratta - dei mezzi di informazione tradizionale? Come è possibile cercare di capire - oltre che essere meramente (e malamente) informati - quale è la portata delle cose che accadono nel mondo?

Queste sono le domande principali alle quali cercheremo di rispondere nella trasmissione odierna di Noi Nel Mezzo (in diretta streaming alle 16 sul nostro sito, in audio e video). E cercheremo di farlo, come al solito, prendendo spunto da quanto accaduto, di rilevante, nel corso della settimana appena trascorsa.

Facile mettere a fuoco i temi più importanti, a livello globale così come necessariamente locale, tra quelli che sono accaduti nei giorni passati. Basta, in primo luogo, far tornare alla memoria ciò che abbiamo letto e ciò che abbiamo visto sui media di massa, e questo unicamente per quanto riguarda alcune, tra le tematiche importanti. E in secondo imprescindibile luogo, bisogna fare ricerca sui media non allineati: è ciò che facciamo ogni giorno, in redazione, per scovare ciò che succede di importante ma che non viene affrontato affatto (o come sarebbe giusto) su giornali e televisioni a grande diffusione. I motivi sono ovvi, almeno per chi è abituato a frequentare queste pagine. È molto spesso proprio nelle notizie meno presenti in agenda setting tradizionale che si annidano tante risposte di eventi magari occorsi mesi o anni addietro e che oggi invece possono essere interpretati a dovere (cosa della quale l'establishment e i suoi mezzi di propaganda ben si guardano dal fare, naturalmente).  

Eppure, molto spesso, correlare cose di oggi con quanto era emerso sullo stesso argomento mesi o anni addietro è la cosa migliore per capire quale era la posta in gioco di allora. Se si cerca di risalire al "peccato originale" della notizia (ne abbiamo parlato qui), si può dunque, dopo un po' di tempo nel quale le cose si sono sedimentate, capire esattamente da dove si era partiti, quale è stata la conclusione della vicenda, e dunque - cosa fondamentale - chi allora aveva ragione nel spiegare una cosa e chi invece non la aveva (e molto spesso, "il" perché). 

Allora come sempre, in maniera discorsiva come siamo abituati al mezzo radiofonico che utilizziamo tutti i lunedì, cercheremo di capire quale è la reale portata di quello che Obama ha definito come "momento storico", relativamente all'accordo Start2 con la Russia. Cercheremo di capire cosa sta avvenendo, passo passo e aggiornando il tutto a oggi, in merito alla Grecia (ne avevamo parlato qui e qui). Naturalmente al fine di interpretare le cose secondo una ottica difficilmente disponibile altrove. 

Che fine ha fatto la storia dell'Influenza che avrebbe dovuto decimare il mondo? 

Quale la strategia americana in merito all'Afghanistan oggi? 

Attenzione: notizie che scompaiono dai quotidiani, dai timoni dei giornali e dai palinsesti, devono necessariamente essere seguite, e con una ottica diversa. Devono in sostanza essere digerite ma trattenute (e non eliminate come avviene di solito) perché il transito temporaneo e quindi l'eliminazione, non lasciano il tempo necessario a capire, che è invece la sola chiave, in termini di utilità, per la quale è indispensabile essere informati. 

L'informazione al solito non basta. Bisogna capire e farsi una opinione, altrimenti è esercizio sterile e perdita di tempo. Oggi, in trasmissione, faremo il punto su alcune di queste notizie, aggiornandole a oggi, e dunque avvicinandoci sempre più alla comprensione piena. 

A più tardi.

 

Valerio Lo Monaco

Prima Pagina 12 aprile 2010

No, il congresso dei transessuali no, pietà.