Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
La WebRadioNotizie, talk, live, e musica dalla redazione del Ribelle
Fondatore Massimo Fini - Direttore Responsabile Valerio Lo Monaco
  • Home
  • PAGINE ▼
  • Sezioni Sito ▼
  • WebRadio ▼
  • WebTV ▼
  • Mensile ▼
  • Info ▼
  • NEGOZIO
  • Il Ribelle Minuto per Minuto
  • Abbonamenti
  • Accesso Abbonati
  • Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
    giovedì
    nov172011

    In Giappone trovato cibo contaminato nella parte orientale del Paese

    Secondo uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Proceedings of National Academy of Sciences (PNAS), la contaminazione radioattiva prodotta dall'incidente di Fukushima ha raggiunto una porzione ben più ampia di quanto non sia stato detto finora. In particolare, la quantità di Cesio-137 presente nel suolo di molte aree del Giappone, dopo l'incidente dello scorso marzo sono aumentate in modo inquietante. Questo elemento, infatti, può rimanere contaminante per almeno trent’anni, provocando danni irreparabili anche ai prodotti della pesca, dell'agricoltura e dell'allevamento.

    In pericolo la produzione nipponica di cibo, dunque. Il Cesio-137 è molto presente nella maggior parte delle regioni orientali del Paese, e particolarmente in alcune zone del nord-est. Nelle regioni occidentali del Giappone, situate al di là di alcune catene montuose, invece, i rilevamenti non hanno indicato situazioni particolarmente gravi.

    Per gli scienziati il governo di Tokyo dovrebbe comunque commissionare studi approfonditi dei livelli di radioattività in tutto il Giappone. Solo così, infatti, potranno essere programmate efficaci attività di bonifica laddove necessarie, ovviamente informando gli agricoltori e gli allevatori di tutto il Paese sugli accorgimenti da adottare per evitare il rischio di contaminazione. Ma vista la trasparenza delle istituzioni giapponesi dal disastro dell’11 marzo in poi, non c’è da aspettarsi un granché.  

    ab

    PrintView Printer Friendly Version

    EmailEmail Article to Friend

    Reader Comments

    There are no comments for this journal entry. To create a new comment, use the form below.
    Member Account Required
    You must have a member account on this website in order to post comments. Log in to your account to enable posting.
    comments powered by Disqus