Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Difesa del suolo e fattori di crescita: le idee confuse di Corrado

Il ministro dell'Ambiente del sobrio ed equo governo tecnico italiano, in un'audizione in Commissione Ambiente della Camera, ha ricordato di riconsiderare l’esigenza di «una fiscalità di scopo da recuperare dalla fiscalità generale» contro le emergenze, come quelle del famigerato dissesto idrogeologico italiano.

Secondo il ministro, il rapporto tra difesa del suolo e politiche fiscali è da mettere in primo piano: «La difesa del suolo - ha detto Corrado - è un servizio per l'economia e per i cittadini, ed è utile, forse, riconsiderare la fiscalità di scopo, cioè finalizzata, che non richiede tempi lunghi e non distrae dagli obiettivi». Sembrerebbe quasi un discorso sensato, se non fosse che, fra le altre cose, la difesa del suolo e la prevenzione sarebbero da perseguire per muovere «fattori di crescita». 

Insomma, ancora una volta questi tecnici o hanno le idee confuse, o sono in una terribile malafede. Come in finanza, infatti, anche in questo caso vogliono proporre di risolvere i problemi che stiamo vivendo esattamente con gli stessi mezzi (i loro) che li hanno generati.

(ab)

Caro spesa. Cibo, benzina, trasporti…

Fiducia sulla manovra: partiti all’angolo