Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

China Super Smog

Il progresso di stampo occidentale in Cina colpisce ancora. Anche attraverso gli effetti del mito della mobilità “indipendente”, che solo l’automobile sembrerebbe poter concedere al mondo. L’inquinamento atmosferico nella Repubblica Popolare è talmente elevato che vaste aree del nord, compresa Pechino, per quasi una settimana sono state avvolte da una folta coltre di smog, ossia, come dice la parola stessa, l’unione di grandi quantità di smoke (fumo) e fog (nebbia).

Conseguenza? Le vendite online delle mascherine protettive sono decuplicate nell’arco di pochi giorni.  Una situazione surreale, con una visibilità che in molte zone e per diversi giorni è stata ridotta a meno di 200 metri, compreso l' aeroporto internazionale di Pechino. Lì, sempre per l’incredibile quantità di smog, sono stati addirittura cancellati centinaia di voli sia in partenza che in arrivo, una cosa che in un aeroporto di tali dimensioni accade solo quando la nebbia è davvero eccessivamente fitta.

Per fortuna un forte vento proveniente da nord ha iniziato a spazzare via questa nebbia avvelenata. Bisognerà ora vedere se spazzerà via anche le nubi inquinanti e la nebbia che offusca la vista dei cinesi, sempre più accecati dai nuovi stili di vita e di consumo d’importazione, prima che sia troppo tardi. Per tutti.

(red)

Protezionismo USA sui titoli di Stato

I cittadini USA si riprendono le loro case