Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

E ora le conferme. O le smentite

E dunque De Magistris è diventato un politico sul serio. Adesso avrà a che fare, nella migliore delle ipotesi, con alleanze e compromessi, con comizi e dichiarazioni, con una montagna di problemi incancreniti e clientelarismo e diritti acquisiti. Avrà a che fare con la caldissima Napoli, i problemi insormontabili di una mondezza che ancora prima di essere smaltita dovrebbe proprio non essere prodotta o quasi. Il che equivale a tentare di rovesciare il mondo.

Insomma, dovrà trovare soluzioni locali e personali a problemi globali ed epocali.

Pisapia ha portato con sé - o sta portando - quanto di peggio vi era degli anni ottanta, e ci riferiamo ad assessori & Co. O pensiamo solo che l'Expo di Milano o cose del genere verranno messe nel cassetto? Malgrado i tanti in piazza non se ne accorgano, inebriati dall'aver mandato a casa il satrapo di Arcore (il che non è poco, beninteso) non è che la situazione sia cambiata poi molto, vedrete.

Ma insomma il punto è chiaro: adesso viene il tempo delle conferme o delle smentite. E forse, speriamo, il tempo in cui gli italiani capiranno che l'una o l'altra banda, all'interno di un sistema marcio in tutto e per tutto, pari sono. L'una meno ipocrita dell'altra, forse (e scegliete voi quale delle due). L'una meno peggio dell'altra, magari. Ma entrambe asfittiche e impotenti. Attrici di una decadenza che non si può invertire, sino a che il metodo e la direzione saranno incontrovertibilmente, grossomodo, uguali.

 

Valerio Lo Monaco

Un Pisapia non fa primavera

Storm: la cavia umana