Ottima scelta

Se sei arrivato qui allora sei uno degli ultimi esemplari viventi di Homo Sapiens. Buona lettura.

Catalogna. Più crisi, più ansia di indipendenza

Un milione e mezzo di persone sono scese in piazza a Barcellona per chiedere l’indipendenza della Catalogna. Una mobilitazione mai registrata, nonostante la popolazione sia sempre stata molto sensibile alle tematiche identitarie.

Cosa è cambiato rispetto ai tempi in cui alla massa bastava la forte autonomia da Madrid, mentre l’indipendenza della Catalogna, come Stato europeo sovrano, era un’aspirazione di minoranze? È la crisi che sta devastando la Spagna ad essere il miglior alleato degli idealisti catalani: se prima le masse e le elite economiche regionali vedevano l’unione con Madrid come economicamente vantaggiosa, al punto di limitare le aspirazioni indipendentiste all’autonomia, adesso il vento è cambiato. Meglio il separatismo, per l’economia catalana.

La Catalogna è da sempre una delle regioni iberiche economicamente più dinamiche, con un ruolo trainante per la penisola tutta: un traino che non è più in grado di sostenere, quindi meglio affrancarsi dal fardello spagnolo. Non si vuole qui criticare il diritto alla Catalogna di essere nuovamente sovrana e indipendente, ma semplicemente rilevare come, purtroppo, le radici della grande mobilitazione nazionalista siano più economiche che ideali.

La crisi economica che ha dato questo grande impulso al movimento indipendentista può anche essere il più grave problema per il suo conseguimento: Madrid non può permettersi che la Catalogna da regione divenga nazione. Le conseguenze per il governo centrale sarebbero drammatiche nel caso di successo della secessione catalana, in quanto avvierebbe tendenze centrifughe incontrollabili, che coinvolgerebbero nell’immediato i baschi, altri ferventi indipendentisti, e anche Euskadi è un’altra regione fondamentale per l’economia iberica.

La crisi in Spagna, dunque, sembra sul punto di passare da economica a politica, con sviluppi che potrebbero andare ben oltre le semplici manifestazioni di piazza: se la Catalogna perseguirà con determinazione la sua legittima aspirazione all’indipendenza, come potrà Madrid opporsi? E con quali mezzi?

(fm)

Putin: «Giusto armarsi, viste le parole di Romney»

Esatto: sovversione non è sinonimo di terrorismo